Attualità
Contro gli stereotipi

Una tesi di laurea sul Villaggio Snia: "Basta pregiudizi"

Monica Ruggiero, dottoressa in Scienze dell’educazione, ha analizzato il quartiere della sua città.

Una tesi di laurea sul Villaggio Snia: "Basta pregiudizi"
Attualità Seregnese, 04 Dicembre 2021 ore 12:40

Una tesi di laurea sul Villaggio Snia di Cesano Maderno: "Basta pregiudizi". Monica Ruggiero, dottoressa in Scienze dell’educazione, ha analizzato il quartiere della sua città.

Una tesi di laurea sul Villaggio Snia

Con una tesi dal titolo "Il territorio che educa: il caso del Villaggio Snia", la cesanese si è appena laureata in Bicocca. Studentessa lavoratrice, ha concepito l’idea per la sua tesi nei viaggi sui mezzi del trasporto scolastico cittadino: "L’anno scorso facevo vigilanza agli alunni delle scuole medie sullo scuolabus e la maggior parte di loro scendeva nel quartiere Snia - spiega - Passavo con loro solo 25 minuti al giorno, ma mi sono bastati per aprirmi a un mondo che non avevo mai visitato".

Cesano Maderno, Monica Ruggiero
Cesano Maderno, Monica Ruggiero

"Basta pregiudizi"

Monica Ruggiero, dottoressa in Scienze dell’educazione, ha analizzato la sua città. Il Villaggio Snia è spesso considerato "a parte" rispetto al resto di Cesano. "Ci sono tanti pregiudizi e stereotipi sulla Snia - dice - Tanti pensano che la Snia sia il centro della malavita di Cesano e che la gente che abita lì non sia raccomandabile. Ma non è così". Sono stati gli elementi strutturali, le usanze e le particolarità del quartiere l’oggetto di studio della cesanese. "Il territorio è in grado di generare esperienze educative e formative e così ho deciso di analizzarle".

Cambiare la narrazione

Per la 23enne sarebbe bello e importante che la comunità cesanese comprendesse una cosa: "Per cambiare la narrazione del quartiere non dovremmo vedere la Snia come una cisterna che racchiude sempre la stessa acqua, ma come una fonte da cui esce sempre acqua nuova. Un posto ricco di risorse, non un luogo di degrado, delinquenza, violenza e abbandono".

Il servizio completo è sul Giornale di Seregno in edicola dal 30 novembre 2021.

Necrologie