Attualità
Statale 36

Uscita Carate Nord, tutti d’accordo: Anas chiede uno studio del traffico

Conclusa ufficialmente la conferenza dei servizi: ora la progettazione può proseguire.

Uscita Carate Nord, tutti d’accordo:  Anas chiede uno studio del traffico
Attualità Caratese, 02 Ottobre 2022 ore 16:00

E’ stata dichiarata ufficialmente conclusa la scorsa settimana la conferenza dei servizi per l’adeguamento dell’uscita Carate Nord sulla Statale 36.

Uscita Carate Nord, tutti d’accordo: Anas chiede uno studio del traffico

Ne ha dato conferma il responsabile dell’ufficio Tecnico comunale Massimiliano Belletti con la determina pubblicata all’Albo pretorio al termine di un mese e mezzo (dal primo luglio al 14 agosto, ndr) durante il quale sono stati raccolti pareri e contributi dei Comuni coinvolti e dei gestori di beni e servizi pubblici interessati dalla modifica viabilistica che la Giunta aveva deliberato ad aprile approvando lo studio di fattibilità tecnica ed economica redatto dallo studio di progettazione «Tmr» di Monza.

A conclusione del procedimento, però, non sono arrivate prescrizioni particolari a modifica della proposta presentata dall’Esecutivo. Come riferito la scorsa settimana, anche Anas - la società che ha competenza sulla Statale 36 - ha espresso il nullaosta a proseguire nella progettazione esecutiva.

Nella nota inviata al Comune, però, il responsabile territoriale Nicola Prisco ha messo nero su bianco due richieste legate alla modifica della conformazione dei rami di svincolo lungo la Vallassina.

Una prima legata alla necessità di fornire in fase di progettazione «analisi del traffico più approfondite» dove vengano messe in evidenza le «variazioni future previste in termini di volume di traffico e, quindi, di velocità di percorrenza lungo l’asta principale» che dovranno poi essere condivise e approvate da Anas stessa.

L’altra richiesta, invece, è relativa alla cartellonistica stradale: la società che gestisce la Statale 36 ha chiarito che «l’onere economico relativa alla nuova segnaletica sarà a carico del Comune di Carate Brianza e che, in nessun modo, Anas potrà essere coinvolta e interessata al finanziamento».

Lo studio di fattibilità

Lo studio di fattibilità, come noto, prevede la realizzazione di una contro-strada parallela alla Statale 36, dall’uscita Carate Nord fino a Verano Brianza sud; il collegamento alla stessa con bretelle stradali che si allacciano alle strade interne; la riconfigurazione della rotatoria esistente posta all’uscita di Carate Nord che, con la realizzazione di un nuovo rondò, collegherà la nuova contro-strada e la via Petrarca nella zona del Policlinico e del centro sportivo comunale.

Seguici sui nostri canali
Necrologie