Attualità
Il comunicato

Viale delle Industrie, il Comitato Sant’Albino “Traffico insostenibile anche per una autostrada”

“In corrispondenza di Sant’Albino, vedrebbe transitare ogni ora più di 4.000 veicoli”.

Viale delle Industrie, il Comitato Sant’Albino “Traffico insostenibile anche per una autostrada”
Attualità Monza, 14 Dicembre 2021 ore 10:02

Il Comitato San’Albino interviene sulla questione del traffico veicolare sul viale Industrie a Monza.

Viale delle Industrie “Traffico insostenibile anche per una autostrada”

“Sospettavamo già di abitare a ridosso di una tangenziale” - esordisce il Comitato in un comunicato. Comunicato in cui, dati alla mano (relativi all’anno 2018), emerge come nelle ore di punta “viale Industrie, in corrispondenza di Sant’Albino, vedrebbe transitare ogni ora più di 4.000 veicoli oltre ad un altro migliaio in Via Pompei e Ercolano (a nord del nostro quartiere)”. 

“Ebbene - prosegue il Comitato- analizzando un documento di studio relativo alla tangenziale est di Milano vediamo che tale flusso non sarebbe sostenibile neppure per una autostrada!”

La questione interramento

Il Comitato torna poi sulla questione dell’interramento:

“Cogliamo l'occasione per rispondere a qualche commento riportato sui social rispetto alla nostra richiesta di interramento. Inutile ricordare che un simile passaggio d'auto ha effetti devastanti sulla salute, specie di piccoli e anziani.  E' chiaro che non miriamo ad interrare l'intero Viale. Basterebbe eliminare il tappo costituito dalla "rotonda a fagiolo". Da subito dicemmo che non funzionava. Avevamo proposto di disegnare due rotonde distanziate, l'una in corrispondenza dell'uscita da San Damiano e l'altra all'uscita da Sant'Albino. Ciò avrebbe costretto anche il flusso principale ad entrare in vera una rotonda anziché sfrecciare dritto per dritto come succede ora. Avevamo chiesto di lasciare aperta la via privilegiata che prima consentiva di girare verso lo stadio e che permetteva di alleggerire di molto la fila in uscita dal quartiere e imponeva al flusso principale un rallentamento e maggior cautela. Non ci hanno mai ascoltato e poi...ci han dovuto mettere un semaforo. Che quando è in funzione crea code infinite e smog e quando è spento costringe i santalbinesi ad una roulette russa per tentare di "andare a Monza".”

Le richieste 

Tante le richieste, spiegano dal Comitato, fatte in questi ultimi anni: “Da anni chiediamo 400 metri di ciclabile che congiunga la ciclabile Villoresi a quella di Via Adda. Da anni chiediamo che Via Adda venga liberata dal traffico pesante. Da anni protestiamo per il ridicolo servizio  pubblico di cui "gode" il quartiere e auspichiamo che finalmente la metropolitana da Cologno Nord arrivi a Vimercate (visto che il prolungamento della Lilla fino all'Ospedale di Monza a noi non cambierà nulla: ci metteremo sempre un'ora per arrivare con i mezzi all'ospedale). Intanto però l'interramento (o la modifica) della "rotonda a fagiolo" è un intervento necessario a tutelare la salute dei nostri bambini”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie