Attualità
Bovisio Masciago

Vigile ecologico: 93 controlli in sei mesi, 10 le sanzioni

Tra i progetti del 2022, contenitori per raccogliere l’olio vegetale usato e cassonetti per gli indumenti

Vigile ecologico: 93 controlli in sei mesi, 10 le sanzioni
Attualità Desiano, 02 Febbraio 2022 ore 10:32

Vigile ecologico: 93 controlli in sei mesi, 10 le sanzioni. Tra i progetti del 2022, contenitori per raccogliere l’olio vegetale usato e cassonetti per gli indumenti

Vigile ecologico: 93 controlli in sei mesi

Novantatre accertamenti da luglio a dicembre che in dieci casi si sono tramutati in sanzioni da parte della Polizia Locale.
E’ il bilancio del primo anno di attività del vigile ecologico a Bovisio Masciago, entrato in servizio nella seconda metà del 2021 per iniziativa dell’assessore all’Ecologia e vicesindaco Massimiliano Zanierato. L’iniziativa è partita a luglio con la campagna informativa rivolta ai cittadini, poi la formazione del personale, cioé gli operatori ecologici di Gelsia Ambiente, che a turno hanno svolto i controlli sul territorio.

Le dieci sanzioni

Delle dieci sanzioni, sei sono dovute a errato conferimento dei rifiuti, le altre quattro invece si riferivano all’esposizione dei rifiuti nel giorno sbagliato. Il mese che ha registrato il maggior numero di accertamenti è stato dicembre - ne sono stati effettuati 29 – a seguire ottobre (26) e novembre (20). Tra luglio e settembre invece i sopralluoghi sono stati da 2 a 9.

Le novità alla piattaforma ecologica

A livello generale, materiale ambientale sono stati eseguiti alcuni interventi per aggiornare l’impianto di controllo degli accessi alla piattaforma ecologica: sostituito il totem all’ingresso nel quale si introduce la tessera sanitaria regionale che consente l’apertura delle sbarre, installate anche nuove fotocellule.

I progetti del 2022

Tra i progetti del 2022, per migliorare la raccolta differenziata, è in programma il posizionamento di contenitori per l’olio vegetale usato: i cittadini potranno raccoglierlo in bottiglie di plastica e portarlo negli appositi raccoglitori. Dai dati raccolti è emerso che la potenziale produzione di olio vegetale per abitante è circa quattro litri l’anno ma al momento la raccolta non supera 0,25 litri l’anno. L’intenzione dell’Amministrazione è quindi intercettare questo rifiuto facilitando l’utenza aumentando le possibilità del suo conferimento. In programma la creazione di punti di raccolta in luoghi strategici vicino ai distributori di sacchi, nel negozi e nei supermercati. Nell’anno in corso c’è anche l’intenzione di posizionare alcuni cassonetti per la raccolta degli indumenti usati, sono in fase di valutazione i luoghi dove verranno allestite le postazioni.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie