Attualità
Gli impegni

Vimercate firma un protocollo d'intesa per la movida responsabile

L'obiettivo è quello di dare valore agli spazi urbani del divertimento tramite azioni che garantiscano uno svago nel rispetto delle condizioni di vita di tutti

Vimercate firma un protocollo d'intesa per la movida responsabile
Attualità Vimercatese, 30 Luglio 2022 ore 08:48

Nella mattinata di ieri, venerdì 29 luglio, il Sindaco di Vimercate Francesco Cereda e il Segretario di Confcommercio Marco Poppi hanno firmato presso la Prefettura di Monza e Brianza, alla presenza del Prefetto Patrizia Palmisani, un protocollo d'intesa a favore della movida responsabile.

Vimercate firma un protocollo d'intesa per la movida responsabile

In sostanza gli enti firmatari, ciascuno per le proprie competenze, si impegnano su varie tematiche con

L e in modo da far crescere la cultura della legalità e dell'osservanza delle regole di convivenza civile.

“La firma di questo protocollo è un ulteriore passo nella direzione della corretta gestione della movida
notturna, che è una risorsa per la nostra città non solo dal punto di vista economico, ma anche sociale e di
presidio del territorio. Però la città di notte non può e non deve diventare un porto franco, dove tutto si può fare e dove tutto può succedere. Per questo motivo abbiamo pensato di coinvolgere nella stesura del
documento anche i commercianti, che ringrazio per la disponibilità e la collaborazione ” Spiega il Sindaco
Francesco Cereda. “All’interno del protocollo sono specificati gli impegni da parte di tutti gli attori coinvolti per stabilire una cornice comune di regole e attività riguardanti la promozione, la sicurezza, il decoro e la pulizia all'interno delle quali poter liberamente vivere la notte.”

Gli impegni del Comune e degli esercenti

Il Comune di Vimercate si impegna a procedere nell'implementazione dell'illuminazione pubblica e della
videosorveglianza nelle zone di maggiore concentrazione della movida, nella riqualificazione estetica e
paesaggistica del centro cittadino e in una costante attività di comunicazione e sensibilizzazione sul rispetto delle regole e delle norme vigenti, supportata in questo dagli esercenti firmatari del protocollo.
Confcommercio e Confesercenti, dal canto loro, assicurano lo svolgimento delle attività di comunicazione, di promozione dei pubblici esercizi virtuosi e della diffusione della cultura del divertimento responsabile, tramite la formazione dei gestori, valorizzando i locali che adottano alcune buone prassi volte a favorire la movida senza eccessi. Gli esercenti inoltre, a fronte di impegni aggiuntivi in termini di sicurezza, pulizia e decoro degli spazi pubblici, potranno vedersi riconosciuto un contributo dedicato da parte del Comune.
La Prefettura si impegna ad assicurare il supporto delle Forze dell’Ordine con servizi dedicati nelle zone
individuate dal protocollo, secondo l’orientamento disposto in sede di Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, in collaborazione con la Polizia locale.

“Il Protocollo rappresenta uno strumento molto importante per la gestione partecipata della sicurezza della movida” rileva il Prefetto Patrizia Palmisani “si tratta di un’iniziativa sperimentale in questa Provincia, che promuove una nuova forma di collaborazione tra istituzioni e associazioni di categoria rappresenta, attraverso la previsione di impegni reciproci puntuali volti ad assicurare, in una logica di coordinamento tra diverse funzioni, la tutela dell’interesse comune alla sicurezza e al decoro dei luoghi pubblici vissuti dalla collettività”.

Il protocollo ha validità di 18 mesi e potrà essere modificato, al fine di un migliore conseguimento degli
obiettivi, con la possibilità di un ulteriore rinnovo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie