Attualità
Progetto

"Volontario al centro", il Comune cerca nuovi volontari per l'hub di Meda

Servono nuove figure per la gestione dell'accoglienza e degli accessi.

"Volontario al centro", il Comune cerca nuovi volontari per l'hub di Meda
Attualità Seregnese, 19 Maggio 2021 ore 17:23

«Volontario al centro», si cercano nuove figure per gestire gli accessi e l’accoglienza all’hub di via Cialdini a Meda.

Un hub che si fonda sui volontari

Il centro vaccinale di via Cialdini ha come caratteristica fondamentale l’attività dei volontari. Lo è per la parte sanitaria, gestita dall’Istituto Auxologico Italiano. Lo è per l’attività di accesso esterno al sito, coordinato dal Comune, con i vari compiti di accoglienza e supporto dei pazienti attraverso le indicazioni e informazioni utili per entrare nell’hub stesso, oltre che di controllo delle norme di comportamento anti-Covid.

Al via il progetto "Volontario al centro"

L’Amministrazione comunale promuove il progetto «Volontario al centro» con l’intento di cercare sul territorio nuove figure disposte a dare una mano alla funzionalità degli accessi al centro vaccinale e quindi a rafforzare il gruppo attuale composto dai volontari del Gruppo di Protezione Civile Comunale, dell’Associazione Nazionale Alpini e dell’Associazione Nazionale Carabinieri. Le domande possono essere presentate da parte di cittadini maggiorenni residenti a Meda o in uno dei Comuni limitrofi compilando un apposito modulo (scaricabile dal sito comunale) da inviare a protezione.civile@comune.meda.mb.it . Possono fare richiesta anche iscritti ad associazioni onlus con sede a Meda. I nuovi volontari faranno parte di un Gruppo gestito e coordinato direttamente dal Comune (Servizio Protezione civile, Polizia Locale).

Il sindaco: "Grazie a tutti i volontari"

«I volontari sin dall’inizio della pandemia sono stati decisivi nell’affrontare le varie fasi dell’emergenza e lo sono anche nella gestione dell’hub vaccinale - dichiara il sindaco Luca Santambrogio - Un grazie a chi contribuisce a titolo del tutto gratuito per rendere operativa la gestione sanitaria a cura dell’Auxologico. E un grazie alle molte persone che rendono possibile l’accoglienza e l’indirizzamento esterni, a cura del Comune, augurandomi che il loro numero aumenti partecipando a questo nuovo progetto».

Necrologie