Attualità
Omaggio

Voto unanime in Aula: a Briosco uno spazio pubblico per le vittime del Covid

Il Consiglio comunale ha raggiunto l'accordo sulla mozione presentata dall'opposizione

Voto unanime in Aula: a Briosco uno spazio pubblico  per le vittime del Covid
Attualità Caratese, 04 Maggio 2022 ore 16:26

A Briosco uno spazio pubblico ricorderà «le vittime del Covid-19, i volontari e gli eroi della sanità». Lo ha deciso il Consiglio comunale che venerdì sera ha visto le due ali dell’Aula raggiungere l’accordo su una mozione congiunta, votata all’unanimità, risultato della proposta dell’opposizione emendata dalla maggioranza.

Il rammarico della leghista

Accordo che però è riuscito solo in parte ad alleviare il rammarico della leghista Antonella Casati. L’assessore all’Istruzione ha preso parola prima della votazione, ricordando la dolorosa perdita vissuta sulla sua pelle a causa del maledetto virus e rimarcando l’occasione perduta di una reale collaborazione legata all’iniziale presentazione di una mozione firmata solo da «Dell’Oro Sindaco».

Nel documento, presentato a fine marzo all’indomani della Giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid-19, la capogruppo Vera Dell’Oro e i colleghi Andrea Folco, Chiara Ronzoni e Maria Grazia Mascarino proponevano di impegnare «sindaco e Giunta a dedicare future piantumazioni di nuovi alberi in memoria delle vittime brioschesi di Coronavirus, in un’area da definire e ritenuta consona a tale scopo, valutando la possibilità di dedicare una singola pianta per ogni vittima».

Il sindaco Antonio Verbicaro aveva fin da subito accolto con favore l’idea, modificata poi nel corso dei giorni in seguito ai fitti contatti tra la prof di Capriano e il capogruppo di «Verbicaro Sindaco», il forzista Luca Pettenello.

Voto unanime

Il testo portato sui banchi venerdì prevede, come anticipato, uno spazio pubblico, anche tra quelli esistenti, invece di un bosco, in ricordo non solo dei ventisei brioschesi portati via dal Covid, ma anche dei volontari e degli eroi della sanità «in quanto durante la pandemia operatori socio-sanitari, militari, forze dell’ordine e volontari di Protezione civile, delle associazioni e singoli, si sono prodigati negli ospedali, nelle case di riposo e nei servizi territoriali, aiutando il prossimo con sprezzo del pericolo e della propria incolumità», secondo quanto scritto nell’emendamento della maggioranza. Quest’ultimo ha aggiunto inoltre l’impegno a «coinvolgere la popolazione, per questa ed eventuali altre iniziative» dedicate alla pandemia.
La mozione ha ottenuto il disco verde dell’intera Assise con Dell’Oro che ha chiuso la discussione ringraziando la maggioranza ed insieme ribattendo tra le righe all’intervento di Casati.
«Ringrazio per la collaborazione anche se non sempre è stata ottenuta all’interno del Consiglio comunale... - ha detto - Auspico che possa proseguire in futuro».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie