Occhi a mandorla sull’Hotel Parco Borromeo e sul suo ristorante

Nella gestione della storica struttura cesanese entra la catena iH che fa capo a un imprenditore milanese di origine cinese.

Occhi a mandorla sull’Hotel Parco Borromeo e sul suo ristorante
Seregnese, 28 Dicembre 2017 ore 12:08

Occhi a mandorla si sono puntati sull’Hotel Parco Borromeo. L’elegante struttura ricettivo-alberghiera aperta nel giugno 1995 e diventata negli anni punto di riferimento per la città e la Brianza, cambia pelle.

Un’importante catena internazionale entra nella gestione

Se per ventisette anni è stata nelle mani di una cordata di quaranta soci imprenditori e professionisti del territorio, ora si apre a un gruppo alberghiero internazionale, la catena iH Hotels che già gestisce otto hotel a Milano, uno a Roma e uno a Firenze.

“Con questa scelta imprenditoriale – spiega il direttore generale Giacomo Cascella – abbiamo voluto consolidare la nostra posizione sul mercato, sempre più globale e competitivo, aggiungendo alle nostre consolidate qualità ricettive anche un supporto di spessore nel marketing. E’ interesse della proprietà garantire continuità alla storia dell’Hotel Parco Borromeo”. Ieri, mercoledì, l’hotel ha registrato le ultime partenze dalle sue trentasei camere.

Finisce un’epoca, martedì  ha chiuso “Il Fauno”

Martedì “Il Fauno”, il raffinato ristorante interno all’Hotel Parco Borromeo con affaccio sul Palazzo e sul Parco, ha chiuso le sue porte. Ultimo giorno di lavoro per lo chef Simone Toninato e per il maitre sommelier Sandro Vitiello, i gestori da ventidue anni. I due soci hanno salutato gli affezionati clienti diventati amici, la notte di Natale, con brulè e panettone. “Un ultimo saluto, per un caloroso abbraccio e un arrivederci a presto”, l’annuncio sui social.

“Abbiamo scelto di gestire direttamente anche il ristorante – spiega Cascella – con l’obiettivo di confermarne la qualità e di farne un’eccellenza sul territorio”. Sia l’attività alberghiera che la ristorativa faranno capo a un’unica direzione, che continuerà a stare in campo all’Hotel Parco Borromeo e, più precisamente, a Cascella, che spiega: “Continuerò a fare affidamento sulla mia squadra di collaboratori e su quella del Fauno, che saranno assorbiti”. A livello amministrativo, la gestione dell’Hotel Parco Borromeo sarà coordinata da un Consiglio di amministrazione che avrà per presidente il titolare della catena degli iH Hotels, l’imprenditore milanese di origine cinese Francesco Hu. Come vicepresidenti, invece, gli attuali vertici della società Hotel Parco Borromeo, Massimo Vaghi e Sergio Cazzaniga.

Si riapre il 3 gennaio, dopo la tradizionale chiusura natalizia.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia