Cronaca
A Monza

A Pasqua si vaccina in Autodromo

Per mettere il turbo alla campagna over 80 al via anche un centro drive in all'ex Fiera

A Pasqua si vaccina in Autodromo
Cronaca Monza, 29 Marzo 2021 ore 15:31

Cosa fai a Pasqua? Vado in Autodromo a farmi vaccinare. Potrebbe capitare così ai monzesi over 80 che ancora non hanno ricevuto la prima dose del vaccino. Grazie alla straordinaria collaborazione con il Comune di Monza e il volontariato locale, nel weekend di Pasqua e in quello seguente, il circuito monzese si trasformerà in un centro vaccinale.

La campagna mette il turbo

Il tutto - spiega il sindaco Dario Allevi - per concludere la vaccinazione degli over 80 del territorio. Ma non è l’unica grande novità attesa per gli hub vaccinali di Monza. All’ex Fiera di via Stucchi è tutto pronto per avviare un innovativo sistema di vaccinazione «drive throught». «Alla mattina si continuerà a eseguire tamponi, poi alle 14 l’area Fiera ospiterà le categorie che devono essere sottoposte a vaccino, in modo rapido e sicuro grazie a questa sperimentazione», ha spiegato Allevi. Le linee vaccinali lì, grazie anche alla collaborazione con il Cisom, saranno attive dalle 15 alle 23.30. «Mancava solo il montaggio delle torri faro per l’illuminazione notturna che hanno proceduto a preparare i volontari della Protezione civile - ha concluso Allevi - Noi siamo sempre pronti a collaborare per poter velocizzare la campagna vaccinale che reputiamo un punto fondamentale della lotta al Covid».

Pronto anche il Centro civico

Tutto pronto infine, anche per la trasformazione del Centro civico di via D’Annunzio in un centro vaccinale anti Covid. La preparazione degli spazi è il primo passo effettuato dal Comune dopo la decisione della Giunta di concedere degli spazi di proprietà comunale.
Qui però si attende la mossa di Regione Lombardia, anche se l’assessore alla Sanità monzese Desirèè Merlini non ha fatto mistero di pensare agli spazi vaccinali territoriali come luoghi dove vaccinare i soggetti più fragili.
«Si tratta di un’operazione a costo zero, gli arredi sono già di proprietà del Comune e il trasloco sarà effettuato dai ragazzi del Cde come attività di tipo educativo e sociale - ha aggiunto - L’idea è di far vaccinare i pazienti dai loro stessi medici di base un po’ come avviene per la vaccinazione antinfluenzale».

Necrologie