A processo per ricettazione di auto e computer

Nei guai cinque stranieri che avevano commesso furti a Monza.

A processo per ricettazione di auto e computer
Monza, 14 Luglio 2018 ore 15:11

A processo per ricettazione di auto e computer. Nei guai cinque albanesi.

Un misterioso giro di ricettazioni

A processo per ricettazione di auto e computer. Nei guai cinque albanesi. C’è un misterioso giro di ricettazioni avvenuto tra Monza e Sesto San Giovanni che, nelle ultime ore, è finito nel mirino del tribunale di Monza. Si tratta in particolare di ricettazioni di auto e computer che risale al 2012. A processo, davanti al giudice Simona Caronni (la Procura è rappresentata dal Vice Procuratore Onorario, Paola Zimbaldi) sono finiti 5 albanesi residenti in alcuni comuni del Veneto. Soggetti che evidentemente per i loro “interessi” gravitavano intorno alla provincia di Monza Brianza e Sesto San Giovanni. In particolare il “giro” in questione ha riguardato anche autovetture di grossa cilindrata. In elenco ci sono un’Audi A4, un computer portatile e un telefono di ultima generazione rubati durante un furto in casa avvenuto a Monza nel mese di luglio del 2012.

I fatti contestati risalgono al 2012

La ricettazione contestata, sempre a Monza, sugli stessi oggetti provento di furto, risale a pochi giorni dopo (18 agosto del 2012). A Sesto San Giovanni, invece, erano state rubate alcune costose  Bmw. Fatti che risalgono al mese di settembre del 2012. Tra le macchine rubate figura anche l’autovettura di un automobilista residente a Concorezzo. Alcuni degli albanesi incastrati stanno anche rispondendo della falsificazione di alcuni documenti di identità. Si torna in aula tra qualche settimana quando sfileranno gli ultimi testimoni prima della sentenza del giudice.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve