Arte intorno

A Seregno l’arte di strada rende omaggio a Caravaggio

Una grande parete tra via Cavour e via Dante sarà dipinta nei prossimi giorni dallo street artist Ravo Mattoni. 

A Seregno l’arte di strada rende omaggio a Caravaggio
Seregnese, 31 Agosto 2020 ore 12:31

A Seregno l’arte di strada rende omaggio a Caravaggio. Una grande parete tra via Cavour e via Dante sarà dipinta nei prossimi giorni dallo street artist Ravo Mattoni.

A Seregno l’arte di strada rende omaggio a Caravaggio

Un omaggio a Caravaggio, che dopo cinque secoli è ancora oggetto di culto e attenzione. Ma anche un ambizioso progetto artistico: portare l’arte nei luoghi della vita, valorizzare il contesto urbano con la ricerca del bello.
Accade a Seregno, all’incrocio tra via Cavour e via Dante. Una grande parete (oltre 150 metri quadri) affidata allo street artist Andrea Ravo Mattoni, che la trasformerà in un altrettanto grande omaggio al grande pittore lombardo del Cinquecento.

Nella mattinata di oggi, lunedì 31 agosto, presente il sindaco Alberto Rossi e l’assessore alla cultura Federica Perelli, la consegna della parete a Ravo, che vi lavorerà fino a sabato 5 settembre per trasformarla.
Per il suo lavoro, Ravo si avvarrà di una piattaforma aerea messa a disposizione da RetiPiù. Opererà senza alcun paravento, per cui tutti potranno passare per seguire l’avanzamento dei lavori e per ammirare la tecnica di Ravo Mattoni, rigorosamente incentrata sulla vernice a spruzzo.

“Con questo intervento, prosegue il nostro percorso ‘Arte Intorno’ – spiega l’assessore Federica Perelli – : vogliamo portare l’arte fuori da spazi e schemi convenzionali, perché le proposte possano arrivare ad un pubblico sempre più vasto. Ravo Mattoni è uno degli artisti contemporanei più quotati ed affermati: siamo davvero contenti di poterlo avere in città, dove realizzerà un’opera che si inserisce nel suo percorso ‘Pinacoteca a cielo aperto’, itinerario di riproposizione e di attualizzazione dell’arte classica. Siamo convinti che quest’opera diventerà uno dei tesori artistici più caratteristici della nostra città”.

Ravo Mattoni, chi è?

Nato nel 1981 a Varese, originario della vicina Morazzone, Andrea Mattoni, noto con il nome d’arte di Ravo, discende da una famiglia molto legata all’arte: il padre Carlo Mattoni è stato un artista di arte concettuale e comportamentale, illustratore e grafico; lo zio Alberto Mattoni è stato un illustratore, noto come il nome di Matal; il nonno Giovanni Italo è stato illustratore delle figurine Liebig e Lavazza.

Nel 1995 Ravo inizia il proprio percorso di street artist, riscuotendo apprezzamenti. Gli studi universitari all’Accademia di Brera lo avvicinano all’arte classica e lo portano alla decisione della contaminazione dei generi classico e street art. Dal 2016 ha avviato il progetto ‘Pinacoteca a cielo aperto’, attraverso cui ripropone  – opportunamente ridimensionate – sui muri delle varie città opere classiche, soprattutto di Caravaggio.

Per approfondire l’opera di Ravo, www.ravo.art. Giovedì 3 settembre alle ore 21 presso la sala civica XXIV maggio, lectio magistralis del critico d’arte Sergio Mandelli dedicata alla street art e all’opera di Ravo. Quest’ultimo sarà presente in sala.

TORNA ALLA HOME 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia