A Vimercate apre un centro antiviolenza contro le donne

Tre giorni di eventi, sabato il taglio del nastro.

A Vimercate apre un centro antiviolenza contro le donne
Vimercatese, 22 Novembre 2018 ore 14:18

A Vimercate apre un centro antiviolenza contro le donne

Non solo un luogo di ascolto, ma una vera propria ancora di salvataggio per le donne maltrattate. Un luogo da cui ripartire, ricostruirsi una vita, dopo aver compiuto il primo passo, quello della denuncia. Spesso il più difficile.

Sabato l’inaugurazione

Si terrà sabato prossimo, 24 novembre, l’inaugurazione del nuovo Centro antiviolenza che aprirà nei locali di largo Pontida, a Vimercate. Locali messi a disposizione dall’Amministrazione comunale, capofila del progetto che fornirà il servizio a tutti i Comuni del Vimercatese e del Trezzese che fanno capo a Offertasociale.

Aperto 24 ore su 24, 7 giorni su 7

Il nuovo centro sarà gestito dall’Associazione di volontariato «Telefono donna» nell’ambito del «Progetto Artemide», che prevede proprio l’apertura di nuove strutture a cui le donne possano rivolgersi, 7 giorni su 7, 24 ore su 24, per chiedere aiuto in caso di maltrattamenti.

Tre giorni di eventi, si incomincia venerdì

Il programma della tre giorni di eventi si aprirà domani, venerdì 23, con una tavola rotonda, dalle 17 alle 20, a Palazzo Trotti, che tratterà il tema della violenza sulle donne sotto tutti i punti di vista, alla presenza di esperti. Alle 21, nell’auditorium della biblioteca comunale, lo spettacolo teatrale «Ferite a morte».

Sabato

Sabato 24, sempre in biblioteca, dalle 9.45 alle 12, letture e laboratori ispirati alle «Fiabe in rosso» di Lorenzo Naia.
Alle 14, il clou con il taglio del nastro in via Pontida con le autorità, anticipato da un intervento di Fabio Roia, presidente di sezione del Tribunale di Milano, da anni impegnato nel contrasto alla violenza sulle donne. Alle 17, alla libreria «Il Gabbiano» di piazza Giovanni Paolo II, presentazione del libro «Gocce di veleno», alla presenza dell’autrice Valeria Benatti.

Domenica

Domenica 25, a Palazzo Trotti, dalle 10, incontro con il console del Messico a Milano Marisela Morales, impegnata in un progetto di supporto alle donne latinoamericane vittime di violenza. Alle 11, mostra d’arte con opere realizzate da studenti del «Floriani». Infine, alle 15, a Villa Gussi, in via Mazzini, proiezione del film «La vita possibile», con Valeria Golino e Margherita Buy.

I numeri delle violenze

Le responsabili  “Telefono donna” fanno sapere che da giugno a fine ottobre di quest’anno allo sportello di Vimercate (ora sostituito dal centro antiviolenza) si sono rivolte ben 73 donne, due terzi delle quali straniere. Di queste 40 sono state prese in carico. In particolare la fascia di età maggiormente interessata è quella che va dai 35 ai 50. Donne che subiscono violenza fisica, psicologica, economica da parte di mariti, compagni, fidanzati, nel pieno della loro vita e che hanno il diritto di potersi costruire un futuro di libertà e serenità».

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia