la vicinanza dei sacerdoti

A Vimercate e Burago le campane suonano ogni sera VIDEO

Un richiamo di presenza e speranza.

A Vimercate e Burago le campane suonano ogni sera VIDEO
Vimercatese, 12 Marzo 2020 ore 09:20

A Vimercate e Burago le campane suonano ogni sera. Un appello alla preghiera da parte della Comunità Pastorale Beata Vergine del Rosario di Vimercate e Burago di Molgora. Da ieri, 11 marzo, le campane di tutte le chiese parrocchiali suonano, appuntamento fisso alle 20.30 di ogni giorno. Un richiamo di presenza e speranza pensato dal responsabile di Pastorale Giovanile don Cristiano Castelli in accordo con gli altri sacerdoti.

Per chi suona la campana

Un vero e proprio appello alla preghiera il video realizzato e diffuso il 10 marzo, da don Cristiano. Un messaggio di vicinanza e coraggio, un invito rivolto prima di tutto ai giovani a non lasciare vuoto questo tempo sospeso, privo di impegni scolastici e aggregazione. Il suono delle campane sarà quindi un segno concreto e quotidiano ad aumentare la preghiera domestica, ma comunitaria, in questo momento di incertezza sociale. “Ho pensato a questa cosa che potremmo fare tutti insieme – ha condiviso – Alle 20.30 tutte le campane della nostra comunità suoneranno per ricordarci un appuntamento che ci prendiamo tutti insieme: dire una decina del Rosario ognuno a casa sua con la propria famiglia. Per chiedere a Maria di aiutarci a superare questo momento difficile”.

L’idea da… Robin Hood

Risale all’antichità l’uso di ricorrere a segni e simboli particolari per comunicare eventi importanti al popolo cristiano. Fra questi il caratteristico suono delle campane: convocazione a momenti liturgici importanti o richiamo alla preghiera. Un simbolo che ha attraversato la storia e i mezzi di comunicazione, dalla cultura degli antichi ai cartoni animati di oggi, mantenendo invariato il suo appello inconfondibile di appartenenza ad un’unica comunità. “Diciamo che ho avuto un’illuminazione guardando un breve video di Robin Hood della Disney mandato da un confratello che mi ha fatto porre l’attenzione sulle campane, capaci non solo di avvertire, ma di evocare la dimensione della preghiera”. Nella scena in questione il Fra Tuck, l’immaginario frate delle leggende britanniche, suona le campane della chiesa pur sapendo che nessun fedele arriverà e ricorda al sacrestano: “Forse il suono della campana porterà un po’ di conforto. Dobbiamo fare quello che possiamo per tener viva la loro speranza”.

La parola del parroco

Non è mancata anche la parola di don Mirko Bellora, responsabile della comunità pastorale, che lo scorso 8 marzo ha diffuso un video per tutti i fedeli. Fede, cultura e speranza i mantra ricordati per affrontare questi giorni difficili. “Non c’è la messa, ma c’è la presenza amica di Dio – ha sottolineato – Dobbiamo avere con il prossimo uno sguardo di profondità. Dipende dal nostro sguardo, dipende dal nostro cuore”. Invitando alla responsabilità personale ricorda episodi dell’Esodo e cita Sartre riportando a mantenere saldo il binomio fede e cultura. “Camminiamo insieme, con gli occhi della speranza – ha concluso – Ce la faremo”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia