Abio la carica dei 126 per donare un sorriso ai bimbi in ospedale

Il villasantese Roberto Del Corno, membro del direttivo, traccia un bilancio sui corsi appena terminati

Abio la carica dei 126 per donare un sorriso ai bimbi in ospedale
Vimercatese, 06 Febbraio 2018 ore 14:56

Ben centoventisei nuovi volontari pronti a portare un sorriso ai bambini e agli adolescenti ricoverati negli ospedali brianzoli di Monza, Desio, Carate, Vimercate e Cinisello Balsamo.

Sono numeri importanti quelli snocciolati dal direttivo di Abio Brianza (Associazione per il bambino in ospedale) che, grazie alle forze fresche fuoriuscite dal corso di formazione, hanno sfondato il muro dei 600 volontari.

A tracciare un bilancio ci ha pensato il villasantese Roberto Del Corno

A tracciare un bilancio sul corso di formazione appena terminato è il 55enne villasantese doc Roberto Del Corno, da tre anni volontario Abio nel reparto di neuropsichiatria infantile e da pochi mesi membro del direttivo del sodalizio di volontariato. Il villasantese ha il compito di organizzare le varie manifestazioni annuali.

“Siamo soddisfatti per come si è svolto il corso di formazione – ha sottolineato soddisfatto Del Corno, coadiuvato nella sua attività di volontariato insieme al presidente del sodalizio Susanna Bocceda, al segretario Daniela Tolozzi, al tesoriere Sergio Baviera, alla responsabile formazione Raffaella Specchia e al responsabile coordinamento Graziano Boscariol – Grazie ai nuovi inserimenti possiamo garantire la presenza di oltre 600 volontari spalmati su diversi turni e in altrettanti reparti: Pediatria, Ematologia, Day hospital ematologico e pediatrico, Pronto soccorso, Neuropsichiatria infantile, Ambulatorio di Ortopedia, Otorinolaringoiatria e Chirurgia maxillofacciale. Da quest’anno, per diventare volontario, è obbligatorio aver fatto il vaccino contro il morbillo o avere nel corpo gli anticorpi necessari per fronteggiare un eventuale contagio”.

Com’è cambiato il target dei volontari?

“Rispetto a qualche anno fa è cambiato il target dei volontari – ha aggiunto Elisa Vitti, membro della formazione Abio – Abbiamo riscontrato un aumento dei lavoratori, sia a tempo pieno che part-time. Abbiamo anche riscontrato un aumento del numero dei giovani e degli studenti universitari che, però, talvolta perdiamo in maniera prematura per via dei loro impegni professionali”.

I progetti in cantiere da parte del sodalizio

Tantissimi i progetti in cantiere da parte del sodalizio ed uno dei più importanti è quello che comunemente viene denominato «kit di accoglienza.

“Ogni anno, a tutti i bambini ricoverati in Pediatria, doniamo un piccolo kit con dentro giochi, immagini da decorare e pastelli che hanno la funzione di rendere meno traumatica la loro esperienza nei vari nosocomi brianzoli – ha continuato Del Corno – Prepariamo oltre 5mila kit, tanti quanti sono i bambini ricoverati mediamente nell’arco di 12 mesi. Per preparare questi kit ci vogliono circa 16mila euro. Cogliamo l’occasione per lanciare un appello al buon cuore di tutti affinché si possano fare avanti benefattori per darci una mano in questo importante progetto. Inoltre, tengo a ribadire che i membri del direttivo non percepiscono alcuno stipendio. Doniamo gratuitamente il nostro tempo, come tutti i volontari, per portare un sorriso ai bimbi e agli adolescenti”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia