Forte come una roccia

Ada festeggia 102 anni e ha pure sconfitto il Covid

Per la varedese, ospite di una casa di riposo, è stato il primo compleanno lontano dai suoi familiari ma sperano di riabbracciarsi presto

Ada festeggia 102 anni e ha pure sconfitto il Covid
Cronaca Desiano, 27 Gennaio 2021 ore 11:11

Ada festeggia 102 anni e ha pure  sconfitto il Covid. Per la varedese, ospite di una casa di riposo, è stato il primo compleanno lontano dai suoi familiari ma sperano di riabbracciarsi presto

Ada festeggia 102 anni e ha pure  sconfitto il Covid

Cinque anni fa un ictus, questa primavera il Covid: la ultracentenaria varedese ha superato entrambi. Ada Carrer è proprio una “roccia” come la definiscono i medici della casa di riposo Pio XI di Bresso dove è ospite da quindici anni e dove  lunedì 25 gennaio ha festeggiato ben 102 anni. Purtroppo è stato il primo compleanno lontano dai suoi familiari, che a causa delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria non possono vederla da marzo ma per fortuna riescono a salutarsi con le videochiamate

Due mesi per rimettersi dal coronavirus

Durante la prima ondata della pandemia, Ada aveva contratto il coronavirus. Ci sono volute parecchie settimane ma è riuscita a sconfiggerlo. “Si è ammalata durante il lockdown ma non è stato necessario ricoverarla in ospedale – ha continuato il figlio – è stata curata dal personale della casa di riposo e i medici hanno detto che la mascherina con l’ossigeno è stata necessaria solo un giorno. Prima di rimettersi completamente però, ci sono voluti due mesi. La mamma ha dimostrato di avere un fisico molto forte e una tempra di ferro“.

Famiglia originaria del Veneto, è nata in Sicilia

Ada cinque anni fa era stata colpita da un ictus ma è riuscita a superare anche quello. “Fisicamente sta bene, ma dopo l’ictus non riesce più a parlare bene. Ma a chiunque le si avvicini sorride sempre” ha aggiunto Roberto. La famiglia di Ada è originaria del Veneto ma lei è nata nel 1919 in Sicilia, dove la sua famiglia era sfollata dopo la Prima guerra mondiale. A Valguarnera, in provincia di Enna, Ada ha vissuto qualche anno, poi è tornata in Veneto dove ha lavorato per una quindicina d’anni in un’azienda che lavorava il tabacco.

Ama curarsi ed è attenta alla sua persona

Nel 1950 insieme al marito e ai figli si è trasferita a Varedo, in via Crivelli. Mentre lui lavorava alla Snia, lei cresceva i figli Roberto, Franco, Renzo e Ivano. Nella sua vita Ada ha affrontato tante difficoltà e dispiaceri, come l’immenso dolore per la scomparsa di uno dei suoi figli, venuto a mancare improvvisamente, quando era ancora giovanissimo. “E’ sempre stata una gran lavoratrice, una donna forte e non ci ha mai fatto mancare nulla. Ama curarsi ed è attenta alla sua persona, ancor oggi ci tiene ad essere in ordine e a sistemare i capelli dal parrucchiere” sono ancora le parole di Roberto.

La speranza di riabbracciarsi presto

Una mamma e una nonna affettuosa, con quattro adorati nipoti e due pronipoti che l’avevano circondata d’affetto in occasione dei suoi precedenti compleanni e che ora sperano di riabbracciarla al più presto, appena l’emergenza sanitaria consentirà nuovamente ai parenti di entrare nelle case di riposo.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli