Cronaca
Triuggio

Addio al "papà" del ristorante Lipen

Lutto per la scomparsa di Francesco Scaglione, fondatore dell'antica osteria di Canonica aperta nel 1965, rilevata dal figlio Corrado

Addio al "papà" del ristorante Lipen
Cronaca Caratese, 14 Novembre 2022 ore 17:06

Lutto in paese per la scomparsa di Francesco Scaglione, fondatore dell'antica osteria di Canonica, oggi Lipen.

Addio al "papà" del Lipen

Francesco Scaglione aveva 87 anni. Lascia i figli Corrado, Claudio e Giuseppe. I funerali saranno celebrati oggi pomeriggio (lunedì 14 novembre), alle 14.30, nella chiesa parrocchiale dei Santi Gervaso e Protaso di Tregasio, preceduti alle 14 dalla recita del santo rosario. I coniugi Francesco e Assunta Simonetta Scaglione arrivarono dalla Calabria negli anni Sessanta. Lui contadino dalla mente aperta grazie alle esperienze di lavoro in Germania, lei boscaiola insieme a suo padre e grande lavoratrice. Si stabilirono a Triuggio e nel 1965 aprirono un'osteria dove il vino era venduto a quarti e il cibo veniva cucinato dalle abili mani della signora Assunta. I coniugi avevano tre figli: il più piccolo, Corrado, ha ereditato dai genitori la passione per la cucina.

Il passaggio nel 1994

Nel 1994 il figlio Corrado prese le redini dell'osteria di famiglia e gli conferì un nuovo volto e un nuovo nome, "Lipen", che meglio identifica questo luogo, dal nome del signor Filippo che viveva in cascina e che a causa della sua bassa statura veniva chiamato "Filipìn" e in seguito Lipen. La novità più importante è che si aprì al mondo della pizza napoletana verace, grazie a tanto studio e ancor più pratica, ai numerosi viaggi di Corrado per confrontarsi con i maestri pizzaioli. Un scelta di vita che ha portato a grandi premi e soddisfazioni: "Papà e mamma sono i fondatori della nostra attività - ricorda Corrado - Presero la licenza nel 1965 e subentrarono al vecchio oste "Tognen", il predecessore del Lipen. Senza i miei genitori oggi non ci sarebbe tutto questo, senza di loro io non avrei avuto questa fortuna. Spero che siano un po' orgogliosi di quello che oggi io e mia moglie Francesca Nuzzi continuiamo a fare con la loro benedizione".

Il servizio sarà pubblicato anche sul Giornale di Carate in edicola da domani, martedì 15 novembre 2022.

Seguici sui nostri canali
Necrologie