Lutto

Addio alla restauratrice Pinin Brambilla Barcilon, era nata a Monza nel 1925

Numerosi gli interventi che hanno visto Brambilla Barcilon protagonista di restauri su alcuni dei maggiori capolavori dell'arte italiana.

Addio alla restauratrice Pinin Brambilla Barcilon, era nata a Monza nel 1925
Cronaca 14 Dicembre 2020 ore 11:47

Si è spenta la restauratrice Pinin Brambilla Barcilon. E’ morta a 95 anni la protagonista dei restauri di alcuni dei maggiori capolavori dell’arte italiana. Era nata a Monza nel 1925. 

Addio alla restauratrice Pinin Brambilla Barcilon

Pinin Brambilla Barcilon era uscita dall’ospedale la settimana scorsa e si è spenta sabato 12 dicembre a Milano. La donna, nella sua lunga carriera, ha firmato grandi restauri come le pitture di Giotto nella cappella degli Scrovegni di Padova, gli affreschi di Masolino a Castiglione Olona, le opere di Piero della Francesca, Mantegna, Caravaggio, Tiziano, l’Ultima Cena di Leonardo, e ville storiche come Villa Visconti Borromeo Litta a Lainate e Villa Litta Modignani a Ossona.

L’annuncio della morte

L’annuncio della scomparsa è stato dato sulla pagina Facebook del Centro per la Conservazione e il Restauro ‘La Venaria Reale’, polo di eccellenza per la formazione universitaria dei restauratori e la ricerca avanzata nel settore dei beni culturali, fondato da Brambilla Barcilon nel 2005 e da lei diretto fin dalla creazione.

“Non ci sono molte parole per salutare una figura tanto importante per il nostro Centro, per tutti noi e per l’intero mondo del restauro. Il suo rigore e il suo esempio resteranno un punto di riferimento, che continuerà a vivere nelle nostre scelte e nelle nostre azioni. Ciao Pinin, ci mancherai”

Ricordiamo anche il suo libro “La mia vita con Leonardo”in cui Pinin Brambilla Barcilon ha raccontato il restauro dell’Ultima Cena, che è riuscita a salvare fermando la corrosione dei colori originali. Un lungo percorso, di circa 20 anni, concluso nel 1999.

TORNA ALLA HOME 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità