Addio all’ex sindaco di Limbiate Angelo Fortunati

Aveva mosso i suoi primi passi in politica nel Partito comunista, è stato anche assessore e consigliere comunale del Pd fino al 2016.

Addio all’ex sindaco di Limbiate Angelo Fortunati
Desiano, 23 Luglio 2018 ore 17:14

Addio all’ex sindaco di Limbiate Angelo Fortunati. Aveva mosso i suoi primi passi in politica nel Partito comunista, è stato anche assessore e consigliere comunale del Pd fino al 2016

Addio all’ex sindaco

Nella notte tra sabato e domenica si è spento l’ex consigliere, assessore e sindaco Angelo Fortunati. Una lunga malattia lo ha strappato all’affetto dei suoi cari. Aveva 74 anni. Lavorare per il bene della sua città è una passione che lo ha accompagnato fino all’ultimo. Persona curiosa, riflessiva, pacata, amante del dialogo, sapeva sempre far valere le sue ragioni con la dialettica. Qualità apprezzate non solo dai suoi compagni ma anche dai suoi avversari politici.

Consigliere, sindaco, assessore

Fortunati aveva lavorato come tipografo, nel 1969 si era trasferito in città, nel condominio Garbogera di Mombello, dove ha vissuto fino alla fine. Si è avvicinato alla politica aderendo al Partito comunista, prima come semplice militante, poi alla metà degli anni ‘70 si è candidato alle elezioni. E’ stato per tanti anni consigliere comunale, poi assessore alle Finanze e all’Urbanistica, e sindaco dal 1997 al 2001.

Gli altri incarichi

Poi è diventato presidente del Caam di Cesano Maderno (Consorzio Area Alto Milanese) e del Cfp (Centro di formazione professionale) di Limbiate. Successivamente ha continuato come consigliere comunale, carica che ha ricoperto fino al 2016, con la conclusione del mandato del sindaco Raffaele De Luca.

Il ricordo dell’amico Simonini

«Abbiamo fatto una lunga strada insieme – ricorda con affetto Diego Simonini, amico e compagno di partito – piano piano hai portato una ventata di novità nel partito in cui credevi e hai creduto fino all’ultimo. La tua lunga esperienza ha permesso a tanti di noi di apprendere l’arte nobile di dedicarsi al “far politica”, anteponendo sempre soluzioni ai problemi collettivi e rifiutando interessi di parte ed individuali, ma fermo nel riaffermare quei valori irrinunciabili di sinistra che nella tua vita si sono sempre più consolidati».

Le parole del segretario del Pd

Commosso e carico di stima il ricordo di Pietro Cuppari, segretario del Pd: «Compagno, una parola a cui Angelo ha sempre dato una grande importanza, intendendo anche una fraternità nell’agire, un modo di essere parte di un gruppo e non un solista, come accadeva e accade altrove».

Addolorato il sindaco Romeo

Addolorato anche il sindaco Antonio Romeo: «Ricordo il reciproco rispetto, mai venuto meno, che è stato prima di tutto personale ma anche dei ruoli e dell’istituzione. Ricordo il reciproco sacrificio che abbiamo chiesto alle nostre vite, alle nostre famiglie e che, tante volte, abbiamo condiviso».

Il funerale

L’ultimo saluto al «compagno» Angelo Fortunati è stato accolto questo pomeriggio, lunedì 23 luglio, nella chiesa Sant’Antonio Da Padova di Mombello.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia