Cronaca

Addio Carla Baccanti: fu presidente di Aido e anima della San Vincenzo

Ex docente di arte alle scuole medie, si è spenta a 84 anni

Addio Carla Baccanti: fu presidente di Aido e anima della San Vincenzo
Cronaca Monza, 26 Settembre 2018 ore 09:36

Addio Carla Baccanti: fu presidente di Aido e anima della San Vincenzo

Professoressa amante dell’arte e della musica. Ma soprattutto protagonista indiscussa del mondo del volontariato monzese. Si è spenta a 84 anni, dopo una breve malattia («che ha affrontato con un coraggio fuori dal comune», come ha tenuto a sottolineare don Pirotta durante le esequie ), Carla Baccanti, ex presidente del Gruppo di Monza di Aido (Associazione italiana donatori di organi), nonché storica volontaria della San Vincenzo.

Una carriera da docente di arte nelle scuole medie monzesi alle spalle, Baccanti era una donna sempre disponibile, perennemente in prima linea quando si trattava di aiutare gli altri. E sono molti i monzesi che, oggi, ne piangono la scomparsa. A partire da Enrica Colzani, presidente provinciale di Aido.

Il ricordo di Enrica Colzani

«Il suo impegno come volontaria Aido iniziò nel lontano 1990, per interrompersi solo oggi, col suo ultimo viaggio verso il Paradiso - ha fatto sapere Colzani - E’ stata presidente del Gruppo di Monza, vice presidente provinciale per due mandati, ma soprattutto è stata il motore di tutta la nostra attività nelle scuole. A Carla, da vera insegnante quale era stata, non sembrava vero di poter tornare tra i ragazzi. E così ha diffuso alle nuove generazioni il nostro messaggio associativo, cioè che da una vita spezzata un’altra può risorgere».

"Era un donna poliedrica e amante della cultura"

Gli inizi tuttavia, non sono stati semplici. «Oltre 20 anni fa si parlava pochissimo di prelievi e di trapianti - ha proseguito - Così come pochissimi erano gli ospedali che effettuavano trapianti di cornea». Ma Carla «era una donna poliedrica, amante della cultura, della musica e soprattutto del rapporto con le persone. Era ovunque la spingesse la sua voglia di conoscenza e di impegno sociale con una tenacia e una determinazione fuori dal comune. Le stesse caratteristiche che le hanno permesso di raggiungere tutti gli obiettivi che si prefiggeva».

Anche l’assessore alla Cultura e al Commercio Massimiliano Longo ha voluto lasciare un personale ricordo. «Conoscevo Carla molto bene - ha spiegato - Era una persona pacata e sempre molto attiva, in particolar modo quando si trattava di aiutare il prossimo. Nelle attività benefiche era sempre in prima linea. La città ha perso una persona molto importante. Sono davvero dispiaciuto di avere perso un’amica».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie