Agliate, chiude anche la storica merceria

Dopo 65 anni l'attività di Piera Galimberti nella frazione di Carate Brianza ha abbassato la saracinesca: "Sono troppe le spese da sostenere".

Agliate, chiude anche la storica merceria
Caratese, 08 Gennaio 2020 ore 09:08

Chiude anche  la storica merceria ad Agliate.

La piccola frazione di Carate Brianza saluta la  storica merceria. Dopo ben 65 anni di attività Piera Galimberti abbassa per l’ultima volta la saracinesca di quella sua merceria che nel tempo aveva visto crescere, ampliarsi sempre più per poi diventare un punto di riferimento per i residenti della frazione e non solo…
L’idea di aprire un negozio non fu però sua. Per i primi 25 anni la merceria venne avviata e curata dalla suocera Giuseppina, prima in un altro locale sempre in frazione per poi trasferirsi nell’attuale posizione in cui anche oggi si trova iun via Cavour a pochi passi dalla millenaria basilica dei Santi Pietro e Paolo.
Il testimone poi passò, quarant’anni fa a Piera, che lo ha curato fino alla decisione di non riaprire più con il nuovo anno. Il motivo di tale decisione è quello che purtroppo accomuna molti piccoli commercianti dei paesi di provincia come il nostro.

«Non si può stare al passo con Milano e purtroppo i giovani in paese non restano più, e questo era stato pensato proprio come servizio per la città», racconta un po’ sconsolata la titolare.
«Le spese da sostenere per andare avanti sarebbero troppe: dalla attivazione di internet e alla possibilità di pagare con pos e carte di credito. Tutto era proprio pensato per il paese, la gente sapeva chi ero, sapeva che merce trovava qua e sapeva come contattarmi, ora tutto è cambiato e provare a continuare, con tutte queste spese, non ha più senso».

La chiusura della merceria fa seguito alla cessata attività di un’altra ultracentenaria “istituzione” della frazione: quella del “Bar della pesa” che aveva abbassato la saracinesca nel settembre del 2018.

 

TORNA ALLA HOME.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia