Al Monza Rally Show si corre per la ricerca contro la fibrosi cistica

Tra tutte le "star" internazionali in pista questo fine settimana, c'è una stella che brilla molto più intensamente delle altre...

Al Monza Rally Show si corre per la ricerca contro la fibrosi cistica
Monza, 08 Dicembre 2019 ore 09:53

Il Monza Rally Show in Autodromo non è solo un “tripudio” di sgommate e derapate… c’è anche la solidarietà in pista grazie alla milanese Rachele Somaschini.

Monza Rally Show e solidarietà

Lo sport non è solo competizione, agonismo e adrenalina. Tra tutti i valori in campo nell’ambito delle attività sportive, infatti, il legame con la solidarietà e ciò che rende più nobile ogni gara, che sia su un campo da calcio oppure sul nastro d’asfalto più “veloce” del mondo, l’Autodromo di Monza. Ed è proprio qui che, questo fine settimana, si sta giocando una delle partite più importanti. Oltre alle coreografiche derapate, alle incredibili prodezze dei piloti impegnati nell’ormai storico Monza Rally Show, infatti, c’è una stella luminosa che brilla. E’ quella della ricerca, della solidarietà, promossa dal pilota milanese Rachele Somaschini. Classe 1994, Somaschini è affetta da fibrosi cistica e la sua è una doppia battaglia: prima di tutto sta portando avanti una campagna di sensibilizzazione per favorire la ricerca contro la malattia. E poi sta dando una lezione ai tanti piloti maschi che da sempre caratterizzano l’universo del motorsport.

#CorrerePerUnRespiro

Rachele è dalla nascita affetta da fibrosi cistica, ma questo non le ha impedito di coltivare la sua passione portando sulle piste, nelle salite e nei rally, i colori della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica – Onlus grazie all’iniziativa #CorrerePerUnRespiro, nata da un’idea di Rachele in collaborazione con la Delegazione di Milano, per sensibilizzare e diffondere la conoscenza sulla fibrosi cistica e raccogliere fondi da destinare alla ricerca sulla malattia genetica grave più diffusa nel nostro Paese. Dalla sua nascita #CorrerePerUnRespiro ha già raccolto più di 130.000 Euro a sostegno della Fondazione.

Una scalata inarrestabile

Rachele eredita dal papà Luca la passione per i motori, fin da bambina predilige le macchinine e la passione per tutto ciò che ha motore. Dopo una parentesi con motard e motocross, a 18 anni prende in tempi record la patente della macchina e poco dopo anche la licenza sportiva. Nel 2014 l’esordio alla Coppa Intereuropea Storica all’Autodromo di Monza, in coppia con il papà Luca su una Alfa Romeo Giulietta Sprint. Nel 2015 inizia a muovere i primi passi nelle Cronoscalate. Nel 2016 la giovane pilota milanese trionfa in pista, toccando i più importanti circuiti italiani, nel Trofeo monomarca MINI Challenge e nel 2017 si laurea Campionessa Italiana Velocità Montagna. Non sono mancate alcune incursioni nei Rally per accumulare esperienza e qualche vittoria, come avvenuto in occasione del Monza Rally Show e dello Special Rally Circuit by Vedovati Corse. Nel febbraio 2017 Rachele diventa ISTRUTTORE Federale ACI Sport di Secondo Livello, collaborando con alcune scuole di pilotaggio per corsi di Guida Sicura e Sportiva. Ad oggi lavora come Istruttore di Guida Sicura per ACI Sara – Centro di Guida di Arese (MI). Nel 2018 Rachele Somaschini, selezionata per il progetto giovani di Hankook, ha disputato l’intero Campionato Italiano Rally – CIR assieme ad RS Team e Plus Rally Academy. Rachele è pilota ufficiale Hankook nel CIR. L’impegno continua anche nel 2019 con la Citroen DS3 R3T di RS Team curata da Sportec Engineering e gommata Hankook. Stagione iniziata al Rallye di Montecarlo e che continua in coppia con Chiara Lombardi in un programma ricco di impegni ed opportunità. Rachele è impegnata come Test Driver di EVO Magazine ed ha una rubrica mensile sul magazine chiamata “Correre Per Un Respiro”. (info sulla Bio tratte dal sito ufficiale https://rachelesomaschini.com/rachele/).

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia