Cronaca
Lotta al Covid

Al via i vaccini in Autodromo agli over 80

La campagna massiva nel padiglione dell'ex museo è cominciata nella mattinata di oggi

Al via i vaccini in Autodromo agli over 80
Cronaca Monza, 03 Aprile 2021 ore 13:53

Al via i vaccini in Autodromo agli over 80. La campagna massiva nel padiglione dell'ex museo è cominciata nella mattinata di oggi, sabato 3 aprile 2021 e proseguirà lunedì 5 e il prossimo weekend, il 10 e l'11 aprile.

Al via i vaccini in Autodromo agli over 80

In fila distanziati, accompagnati da figli e nipote, i primi over 80 della Brianza ai quali è stato fissato l'appuntamento, sono arrivati alle 8.30, pronti a ricevere il vaccino. Il percorso è stato organizzato in modo che  le diverse aree non si contaminino a vicenda. "All'interno del padiglione entrano pochissime persone alla volta", ha spiegato Mario Alparone, Direttore generale dell'Asst di Monza. Il personale impiegato conta 34 infermieri e 7 medici, più qualche figura amministrativa. "Verranno vaccinate 1.600 persone al giorno, 16 all'ora, su 10 linee vaccinali - ha precisato - Una performance di tutto rispetto. Molti mi hanno chiesto il motivo per cui non avrebbero potuto fare il vaccino più vicino a casa. Ebbene, i centri massivi hanno il vantaggio dell'economia di scala. In quattro giornate completeremo le dosi destinate agli over 80 che hanno aderito alla campagna".

Dieci linee vaccinali che vanno ad aggiungersi alle sette aperte al San Gerardo. "Per noi si tratta di uno sforzo notevole - ha aggiunto il direttore Alparone - Gli operatori si stanno prodigando per far sì che la campagna vaccinale proceda spedita. Anche perché è indispensabile iniziare a recuperare posti letto per i pazienti non Covid. A oggi abbiamo 260 ricoverati di cui una 30ina in terapia intensiva".

"Un'organizzazione impeccabile - ha commentato il sindaco di Monza Dario Allevi  dopo aver visto di persona il funzionamento dell'hub - Fa piacere vedere che a quella che ormai io definisco la mia seconda famiglia, si è aggiunto l'Autodromo che ha messo a disposizione la location per questi quattro giorni di campagna di massa".

Presente questa mattina anche il vicepresidente della Camera, il deputato monzese (nonché presidente dell'ordine dei Farmacisti) Andrea Mandelli. "Vaccinare significa tornare a potersi occupare anche dei malati non Covid. E per far ciò è indispensabile che si allenti la pressione negli ospedali".

Nuove dosi in arrivo

Silvano Casazza, direttore generale di Ats Brianza ha spiegato come l'accelerata di oggi sia stata possibile grazie all'arrivo di nuove dosi. "Il nostro limite era rappresentato dalla scarsità degli approvvigionamenti. Arrivavano pochi vaccini e non avevamo molto margine di manovra. Ora che sono arrivate dosi aggiuntive possiamo fare quello scatto decisivo".  Ieri - venerdì - stando ai dati di Ats - si è raggiunta la copertura del 70 per cento della popolazione degli ultra 80enni che hanno aderito alla campagna. "E col prossimo weekend contiamo di arrivare al 100 per cento degli aderenti. Per quanto riguarda il personale scolastico, invece, sono stati vaccinati 19mila docenti su 22mila".

I futuri hub

E sempre da Ats fanno sapere che nelle prossime settimane in Brianza verranno aperti altri tre hub, uno a Besana Brianza, uno a Carate, l'altro a Limbiate. Anche in Autodromo è in via di allestimento un secondo spazio, nel ristorante che si trova in tribuna centrale, dove le inoculazioni è previsto che partano il 26 aprile. Poi arriverà un altro hub per le vaccinazioni massive all'ex Philips di Monza dove sono previste una ventina di linee.

E ci sono novità in vista anche per quegli operatori sanitari - una piccolissima percentuali, ma pur sempre presente - che non si sono fatti vaccinare. "Al San Gerardo quasi tutti i sanitari hanno aderito alla campagna - ha spiegato il direttore Alparone - C'è qualcuno che però non lo ha fatto e ci sarà una fase specifica in cui questi casi verranno valutati singolarmente per capire le motivazioni alla base di tale decisione. Vaccinarsi è un dovere soprattutto per chi mette a repentaglio la salute dei più deboli".

 

Necrologie