Allarme veleno, un cane è morto a Limbiate

Vittima un "border collie" di due anni, dopo avere ingerito una sostanza trovata in via Zara

Allarme veleno, un cane è morto a Limbiate
Cronaca 15 Luglio 2017 ore 08:02

E’ allarme veleno per le strade di Limbiate: un “border collie” di due anni è morto ieri pomeriggio dopo aver ingerito una sostanza usata per debellare le lumache negli orti. La denuncia arriva direttamente dal suo padrone, Mattia Carboni, addestratore di cani molto noto in città.

Una semplice passeggiata trasformata in tragedia

Triste purtroppo la storia di Jim, un cagnolino di soli due anni morto a causa di un avvelenamento ieri dopo un’agonia  di 20 ore. Giovedì pomeriggio, mentre era a passeggio con il suo migliore amico Matteo Carboni in via Zara, a pochi passi dal cimitero, Jim avrebbe ingerito o leccato un veleno per lumache.

Vano ogni tentativo di contrastare il veleno

Matteo, 30 anni, allevatore di cani, ha voluto raccontare la vicenda: “Ieri dopo la passeggiata siamo tornati a casa ed era tutto normale. Ma verso le 22, quando sono rientrato da una commissione, Jim mi ha prima accolto scodinzolando e poco dopo si è accasciato, iniziando ad urinare in maniera eccessiva. Ci siamo spaventati e lo abbiamo trasportato d’urgenza dal veterinario  che lo ha visitato e, dopo le cure, ci ha detto che aveva avuto una convulsione”.

Jim purtroppo non ce l’ha fatta

Purtroppo la storia ha avuto un tragico finale: “Jim è rimasto sotto osservazione tutta la notte – ha continuato Matteo – le cure del veterinario però non hanno sortito gli effetti sperati. Nelle ore successive  ha avuto altre due convulsioni, tra cui quella purtroppo decisiva. Siamo tristi per aver perso il nostro Jim”.

La morte è stata causata da un potente veleno

Secondo i veterinari Jim è morto per un avvelenamento dovuto ad un prodotto nocivo che si usa contro le lumache; probabilmente lo ha ingerito o leccato. Il padrone lancia l’allarme. “Bisogna fare qualcosa – insiste Carboni – anche perché sarebbe il secondo episodio nel giro di pochi mesi sempre nella stessa zona”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità