Messe e Covid

Arcore, in Sant’Eustorgio si andrà a messa nel week end con il bigliettino VIDEO

Nella chiesa di Sant'Eustorgio di Arcore si andrà in chiesa con il bigliettino. E' questa la nuova disposizione decisa dai sacerdoti arcoresi in vista della ripresa delle celebrazioni eucaristiche a partire da lunedì 18 maggio.

Vimercatese, 15 Maggio 2020 ore 09:18

Nella chiesa di Sant’Eustorgio di Arcore si andrà in chiesa con il bigliettino. E’ questa la nuova disposizione decisa dai sacerdoti arcoresi in vista della ripresa delle celebrazioni eucaristiche a partire da lunedì 18 maggio.

Dunque per partecipare alle messe del week end bisognerà necessariamente passare dalla chiesa, in settimana, e ritirare un bigliettino come ha spiegato bene il responsabile della pastorale giovanile don Gabriele Villa.

In chiesa senza febbre e con la mascherina

“La prima indicazione è semplicissima ma fondamentale: prima di uscire da casa, occorre valutare seriamente il proprio stato di salute, anche attraverso la misurazione della propria temperatura corporea – si legge nella lettera preparata da don Giandomenico e da tutta la diaconia –  Ricordiamo infatti che non può accedere alla chiesa chi presenta sintomi influenzali o respiratori, chi è stato a contatto con persone affette dal virus nei giorni precedenti, chi presenta una temperatura corporea uguale o superiore ai 37,5 gradi. Anche chi si sentisse solo particolarmente affaticato è bene che eviti quel giorno di venire in chiesa. Una volta poi entrati in chiesa, è obbligatorio prima di prendere posto detergersi le mani con gli appositi prodotti che troverete in fondo. Ricordiamo anche che la mascherina va indossata in modo che copra tutte le vie aeree (bocca e naso). Potrà essere tolta solo per quei pochissimi momenti necessari per fare la comunione e poi dovrà essere subito indossata di nuovo. A tal proposito ricordiamo anche che il sacerdote, prima di distribuire la comunione, si detergerà le mani e indosserà la mascherina. E la comunione stessa potrà essere ricevuta solo sulla mano; per nessun motivo, di qualsiasi tipo, potrà infatti essere messa sulla lingua da parte del ministro. Facciamo anche notare come sia l’entrata che l’uscita dalla chiesa debbano avvenire evitando ogni forma di assembramento. “

La questione dei “posti a sedere”

“Dopo le opportune  verifiche, comunichiamo che S. Margherita a Cascina del Bruno potrà contenere fino a 40 fedeli, la parrocchia  del Rosario fino a 150, quella di Bernate fino a 190 (distribuiti tra chiesa, cappella feriale e balconata), quella  di S. Eustorgio fino a 80. Mentre nelle chiese di S. Margherita, del Rosario e di Bernate, ci richiamiamo semplicemente alla  responsabilità di tutti, la chiesa di S. Eustorgio – non particolarmente capiente – ha invece bisogno di  indicazioni più specifiche per quel che riguarda la Messa festiva (il sabato sera e le messe della domenica)”.

Dove ritirare i bigliettini?

“Ogni settimana, già dal lunedì mattina, sarà possibile trovare in fondo alla chiesa cinque contenitori, uno per  ogni messa (sabato alle 17.30, domenica alle 8.30, domenica alle 10.00, domenica alle 11.30, domenica alle 18.00). In ogni contenitore troverete 80 bigliettini, cioè il numero di persone che la chiesa può contenere per quella celebrazione. Chi desidera partecipare dovrà semplicemente passare dalla chiesa, ritirare il bigliettino  e riportarlo la domenica. Chiaramente, se chi passasse dalla chiesa si accorgesse che nel cesto della celebrazione a cui vorrebbe partecipare non ci fossero più bigliettini, questo vuol dire che per quella Messa i  posti disponibili sono già stati tutti esauriti. Facciamo poi notare che in chiesa ci si dovrà sedere solo nei posti  chiaramente indicati da un apposito cartello indicatore. Questo significa anche che andranno necessariamente abbandonate alcune abitudini quali: il seguire la Messa in sacrestia, sugli altari laterali o in altri locali attigui; il seguire la celebrazione o parte della celebrazione restando in piedi in fondo alla chiesa, l’entrare in chiesa durante la Messa per accendere le candele o per fare una visita.”

Per il nomento non ci saranno altre messe oltre a quelle consuete

“Per rendere accessibile a tutti il ritirare il proprio biglietto per essere presenti alla Messa, ricordiamo che la chiesa di S. Eustorgio è aperta ogni giorno dalle ore 6.00 alle ore 12.00; nel pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 19.00.  Al momento non ci sembra opportuno aggiungere a priori altre Messe. Se però, nelle prime settimane, ci  accorgessimo di una richiesta che supera in modo significativo i posti disponibili in chiesa, ne terremo senz’altro conto”.

 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia