Covid e Fede

Arcore, Sant’Eustorgio è già sold out per le messe del week end

La chiesa di Sant'Eustorgio di Arcore è già sold out per le messe del week end. Disponibili solo pochi posti per la celebrazione eucaristica di domenica sera delle 18

Arcore, Sant’Eustorgio è già sold out per le messe del week end
Vimercatese, 22 Maggio 2020 ore 09:18

La chiesa di Sant’Eustorgio di Arcore è già sold out per le messe del week end. Disponibili solo pochi posti per la celebrazione eucaristica di domenica sera delle 18.

Mentre per le altre celebrazioni è già tutto esaurito e dunque gli arcoresi che volessero prendere parte alle messa dovranno per forza di cose recarsi o alla chiesa del Santo Rosario, a quella di Bernate o a Cascina del Bruno.

Biglietti di ingresso già esauriti

La quarantena trascorsa a causa del Covid inizia a produrre i suoi effetti anche nel campo della fede. E non possono che esultare i sacerdoti arcoresi della parrocchia di Sant’Eustorgio. Infatti già mercoledì mattina i bigliettini che erano posizionati all’ingresso della chiesa (e che sono necessari per partecipare alle messe del week end) sono andati completamente a ruba.

La pandemia riavvicina a Dio

Un dato è certo: la pandemia ha riavvicinato i fedeli arcoresi a Dio. Le pecorelle del gregge guidato da don Giandomenico Colombo sentono dunque il bisogno di tornare a vivere la propria fede attraverso la celebrazione eucaristica. Ma questa grande richiesta sicuramente interrogherà i sacerdoti arcoresi: bastano le messe calendarizzate nel week end oppure bisognerà per forza di cose aggiungere qualche altra celebrazione eucaristica?

I posti disponibili

“Dopo le opportune verifiche, comunichiamo che S. Margherita a Cascina del Bruno potrà contenere fino a 40 fedeli, la parrocchia del Rosario fino a 150, quella di Bernate fino a 190 (distribuiti tra chiesa, cappella feriale e balconata), quella di S. Eustorgio fino a 80 – ha spiegato il parroco in una lettera indirizzata i fedeli – Mentre nelle chiese di S. Margherita, del Rosario e di Bernate, ci richiamiamo semplicemente alla responsabilità di tutti, la chiesa di S. Eustorgio ,non particolarmente capiente, ha invece bisogno di indicazioni più specifiche per quel che riguarda la Messa festiva (il sabato sera e le messe della domenica)”.

I biglietti di ingresso

“Ogni settimana, già dal lunedì mattina, sarà possibile trovare in fondo alla chiesa di Sant’Eustorgio cinque contenitori, uno per ogni messa (sabato alle 17.30, domenica alle 8.30, domenica alle 10, domenica alle 11.30, domenica alle 18.00) – ha continuato il don – In ogni contenitore troverete 80 bigliettini, cioè il numero di persone che la chiesa può contenere per quella celebrazione. Chi desidera partecipare dovrà semplicemente passare dalla chiesa, ritirare il bigliettino e riportarlo la domenica. Chiaramente, se chi passasse dalla chiesa si accorgesse che nel cesto della celebrazione a cui vorrebbe partecipare non ci fossero più bigliettini, questo vuol dire che per quella Messa i posti disponibili sono già stati tutti esauriti. Facciamo poi notare che in chiesa ci si dovrà sedere solo nei posti chiaramente indicati da un apposito cartello indicatore. Questo significa anche che andranno necessariamente abbandonate alcune abitudini quali: il seguire la Messa in sacrestia, sugli altari laterali o in altri locali attigui; il seguire la celebrazione o parte della celebrazione restando in piedi in fondo alla chiesa, l’entrare in chiesa durante la Messa per accendere le candele o per fare una visita”.

Le indicazioni utili ai fedeli

Infine non sono mancate alcune indicazioni generiche. Prima di uscire da casa, occorrerà valutare seriamente il proprio stato di salute, anche attraverso la misurazione della propria temperatura corporea.

Infatti non potrà accedere alla chiesa chi presenterà sintomi influenzali o respiratori e una temperatura superiore ai 37,5 gradi. Una volta poi entrati in chiesa sarà obbligatorio prima di prendere posto detergersi le mani con gli appositi prodotti che verranno ubicati in fondo alla chiesa. Sempre con la mascherina addosso.

Infine proseguiranno le messe on-line

“Ci rendiamo tutti conto che seguire la celebrazione attraverso Internet è profondamente diverso dal parteciparvi dal vivo, insieme a tutta la comunità – ha concluso il parroco – Il nostro Arcivescovo, a tal proposito, si è così espresso: “Mentre andare a Messa è come essere intorno ad un fuoco che scalda e dà gioia, seguire la Messa attraverso Internet è come vedere la fotografia di un fuoco”. Siamo però anche coscienti che, specialmente nei primi tempi, vi saranno persone che è bene aspettino ancora un po’ ad uscire di casa. Ecco perché continueremo a trasmettere quotidianamente la Messa nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì alle 18 dalla chiesa di S. Eustorgio, il sabato alle 18 dalla chiesa del Rosario; la domenica alle 10.30 dalla chiesa di Bernate”.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia