Arcore, svolta elettrica per “Lo Sciame”

Sabato 29 ottobre, dalle ore 10 alle ore 12, nella piazzetta interna del Centro Borgo Lecco di via Gilera 110, la Cooperativa Sociale Lo Sciame Onlus inaugurerà due mezzi elettrici.

Arcore, svolta elettrica per “Lo Sciame”
24 Ottobre 2016 ore 16:07

Sabato 29 ottobre, dalle ore 10 alle ore 12, nella piazzetta interna del Centro Borgo Lecco in via Gilera 110, ad Arcore, la Cooperativa Sociale Lo Sciame Onlus inaugurerà la propria svolta elettrica.

Sarà il Settore Mobilità (gestione soste a pagamento, bicistazioni e cicloofficine) il primo ad utilizzare i nuovi mezzi a impatto zero acquistati per la propria attività su Sesto San Giovanni, Desio e Arcore.

La società Estrima S.r.l. di Pordenone è la ditta fornitrice e da anni specializzata nella produzione, in Italia, di mezzi elettrici.

Successivamente, e sulla base delle offerte che sarà possibile reperire sul mercato, anche gli altri settori de Lo Sciame Onlus, si doteranno di mezzi elettrici o ecocompatibili riducendo sempre più i propri livelli di impatto ambientale, nel rispetto di una mobilità sostenibile.

Lo Sciame Onlus nata nel 1982 è una realtà produttiva e di servizio sempre più importante nella Provincia di Monza e Brianza e nel Milanese.

Svolge attività di pulizie civili e industriali, di manutenzione e cura del verde, di arredo urbano, di gestione di parchi e aree giochi, di educazione ambientale, di gestione di servizi per la mobilità sostenibile, di trasporto disabili, conferimenti, servizi cimiteriali, laboratori, iniziative culturali.

Vanta inoltre attività in proprio di falegnameria e produzione di miele e, in Arcore, due attività commerciali: Lo Sciamefiori e Lo Sciamelibri.

Ad oggi Lo Sciame Onlus dà lavoro a più di duecento persone per un fatturato complessivo superiore ai quattro milioni di euro. Ma la vera mission ella Cooperativa Sociale è l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati (invalidi fisici, psichici o sensoriali, ex tossico-dipendenti o ex alcolisti, sottoposti a pene alternative alla detenzione, minori portatori di disagio sociale) secondo le norme previste dalla legge 381 del 1991.

Sono più di sessanta i soggetti presenti nella Cooperativa e tutti sono impegnati nelle varie attività lavorative, con profitto proprio, per la comunità e la dignità di tutti.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia