Il personaggio

Arcore, un “quaderno sospeso” in cartoleria per le famiglie in difficoltà

Il titolare Luigi Marolo: "Fino ad un anno fa facevo il chimico in una azienda farmaceutica. Poi ho aperto la nuova attività e ho realizzato il mio sogno"

Arcore, un “quaderno sospeso” in cartoleria per le famiglie in difficoltà
Cronaca Vimercatese, 15 Gennaio 2021 ore 20:30

Arcore, un “quaderno sospeso” in cartoleria per le famiglie in difficoltà messe a dura prova dalla crisi economica dovuta alla pandemia.

Il 35enne arcorese Luigi Marolo è già stato ribattezzato come il “Babbo Natale” travestito da cartolaio, che ha saputo, nel giro di pochi mesi, guadagnarsi la fiducia dei tantissimi clienti.

Donati prodotti di cartoleria e giocattoli per oltre  5mila euro

Una sfida, stravinta, che l’ha portato a fare beneficenza per quasi 5mila euro in materiale di cartoleria e giocattoli, prontamente donati anche a diversi sodalizi della città, tra i quali il progetto della Caritas di Arcore “Punto Mamma”, una scuola d’arte dell’Operazione “Mato Grosso” in Perù, l’Istituto “Mamma Rita” di Monza e al doposcuola “Tra righe e quadretti” gestito dal Volontariato di Arcore.

Una storia di solidarietà

E’ una bellissima storia di solidarietà quella che vi stiamo per raccontare e che ha per protatonista il 35enne  Marolo, sposato e papà di due bimbi e titolare della cartoleria “Copia & Incolla” che si trova in via Ferrini, ad Arcore.
Una vicenda che affonda le radici esattamente un anno fa,  nel febbraio del 2020, quando Marolo decise di cambiare letteralmente vita per inseguire il suo sogno nel cassetto.

Da chimico a… cartolaio

“Io ho lavorato per parecchi anni come chimico in una azienda farmaceutica – ha sottolineato il titolare della cartoleria – Ma dentro di me, fin da quando ero bambino, ho sempre cullato il desiderio di aprire una cartoleria tutta mia. E, nel febbraio dello scorso anno, sentivo che il momento di dare una svolta alla mia vita era vicino. Allora, pochi giorni prima dello scoppio della pandemia, decisi di licenziarmi dall’azienda dove lavoravo per iniziare questa nuova avventura nei locali di via Ferrini. E a maggio ho finalmente aperto i battenti”.

Fiducia e simpatia da parte dei suoi clienti

Durante i mesi estivi Marolo, piano piano, ha saputo conquistarsi giorno dopo giorno la fiducia e la simpatia di tantissimi clienti che hanno iniziato a frequentare la sua cartoleria, che si è trasformata in un vero e proprio punto di incontro.

Ma la vera svolta solidaristica è arrivata poco prima di Natale.

“Già da qualche settimana volevo organizzare una raccolta fondi per acquistare generi alimentari da regalare ai più bisognosi attraverso dei cesti natalizi – ha continuato il 35enne – Ma, poco prima di Natale, una mia cliente, che non avevo mai visto prima, mi diede uno spunto interessante e mi incentivò ad organizzare, in cartoleria, una sorta di “caffè sospeso”, utilizzando, ovviamente, materiale di cartoleria. Allora ho dato il via all’iniziativa “Babbo Natale sei tu”, invitando la clientela o ad acquistare materiale di cartoleria con uno sconto del 40% che poi ho destinato ai bisognosi oppure a lasciare una offerta in danaro. Con questi soldi ho comprato altro materiale di cartoleria e sono riuscito a donare quasi 5mila euro tra zaini, matite, penne, pennarelli, cartoncini e anche giocattoli per bambini a diversi sodalizi”.

Il “grazie” del Volontariato

Anche l’associazione del Volontariato di Arcore ha voluto omaggiare la generosità del titolare della cartoleria attraverso un post su Facebook pubblicato da Stefano Viganò, anima del sodalizio arcorese.

“Le storie solitamente cominciano con le parole: “C’era una volta…”. La storia che vi vogliamo raccontare invece inizia con: “Oggi c’è …”. Certo, oggi Babbo Natale c’è ancora e si è travestito da cartolaio. È Luigi della Cartolibreria Copia & Incolla Arcore (che si trova in via Ferrini 33/35) che ha saputo risvegliare la generosità dei suoi clienti che, aderendo ad una sua proposta, hanno donato contributi e materiale scolastico. Così ha potuto offrire questo materiale non solo al nostro doposcuola Fra righe e quadretti ma anche ad altre realtà che organizzano servizi per i ragazzi: il progetto della Caritas di Arcore Punto Mamma, una scuola dell’Operazione Mato Grosso in Perù e l’Istituto Mamma Rita di Monza.
Due clienti fuori dal suo negozio un giorno dicevano: “ha portato un po’ di luce e di colore al quartiere”. Noi aggiungiamo: in questo Natale che sembra un po’ più triste ci hai ricordato l’importanza ed il valore di gesti di generosa disponibilità. I ragazzi e le ragazze di Fra righe e quadretti ti ringraziano!
Fra righe e quadretti è un progetto rivolto a ragazzi delle scuole medie, in cui l’aiuto nello svolgimento dei compiti è veicolo e strumento di relazioni e socializzazione. Avviato trent’anni fa dall’Associazione del volontariato Arcore e dalla Cooperativa sociale La Piramide Servizi, attualmente ha sede nei locali messi a disposizione dall’Oratorio Sacro Cuore della Parrocchia di Sant’ Eustorgio, in via San Gregorio 25.
Per chi volesse saperne di più 338 58.96.079 – frarigheequadretti@libero.it “.

L’INTERVISTA COMPLETA AL 35ENNE NEGOZIANTE LA POTRETE LEGGERE SUL GIORNALE DI VIMERCATE IN EDICOLA A PARTIRE DA MARTEDI’ 19 GENNAIO 2021

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli