I carabinieri hanno arrestato il quinto rapinatore della banca

E' un cesanese di trentasei anni

I carabinieri hanno arrestato il quinto rapinatore della banca
Seregnese, 28 Febbraio 2018 ore 14:09

Sale a cinque il numero dei rapinatori che hanno un volto e un nome. Altro tassello nelle indagini della rapina alla Banca popolare di Novara a Galliate (Novara).

Identificato il quinto complice

Identificato nei giorni scorsi il quinto complice del colpo messo a segno il 27 settembre 2016 e che aveva fruttato ben 65mila euro. E’ Luca Radice, 36enne residente in città: l’uomo avrebbe offerto supporto ai trasfertisti che arrivavano dalla Sicilia, dando loro una base sicura: un appartamento proprio in città. Il tutto dietro a un compenso. Radice è il quinto, mancano all’appello ancora due responsabili. L’ultimo complice era stato arrestato pochi mesi fa, unico di Galliate, con origine siciliana: Mauro Salvatore, muratore, avrebbe fatto da gancio e organizzato le operazioni sul territorio. Il primo arrestato era stato invece il palo della banda, Massimo Riso, fermato alla fine di novembre 2016 a Garbagnate Milanese, poi era stato il turno del basista Abou Taleb Eslam, fermato a gennaio 2017, e infine quello del capo del commando, Santo Russo, 42 anni, di Catania.

Operazione “Pollicino”

L’operazione è stata chiamata dai carabinieri “Pollicino”, perché gli indizi sono stati raccolti poco alla volta.
Il gruppo aveva agito tramite un foro scavato in una parete dei sotterranei per arrivare all’interno dei locali della banca e mobilizzare l’impiegato che stava aprendo il caveau. Per tutti e cinque la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per concorso di rapina, sequestro di persona, e porto illegale di pistola.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia