Arriva un “fratellino” per il cane Narco

Narco, il cane dell'unità cinofila della Polizia locale avrà un "fratello a distanza" dall'Enpa. L'idea è stata del suo conduttore, Erika Sala

Arriva un “fratellino” per il cane Narco
Monza, 30 Novembre 2018 ore 14:11

Un regalo di compleanno e di Natale: arriva un “fratellino” per il cane Narco. Il cane dell’unità cinofila della Polizia locale di Monza vivrà un Natale e un compleanno speciale: in regalo avrà infatti l’adozione a distanza di un cane del canile di Monza.

Il progetto

Il progetto “Famiglia a distanza” esiste ormai da diversi anni e sono davvero tanti coloro che scelgono di regalare per una particolare ricorrenza un’adozione “virtuale” a una persona cara, così nel corso del tempo abbiamo avuto numerosi mamme, papà, fratelli e sorelle a distanza. Tutti rigorosamente umani.

La sorpresa

Questo mese, però, è successo qualcosa di speciale: per la prima volta l’adozione a distanza di un cane è stata regalata a un altro cane. E singolare è stato anche il destinatario del regalo. Non un cane qualsiasi, ma “Narco”, il pastore tedesco impegnato cane antidroga al seguito degli agenti del Nost (Nucleo operativo sicurezza tattica) della Polizia Locale di Monza. Un pastore tedesco balzato più volte agli onori delle cronache: Narco in più di un’occasione è riuscito a scoprire e a far recuperare sostanze stupefacenti grazie al suo fiuto.

Idea nella, originale e solidale

L’iniziativa di queste ultime ore ha un nome e cognome: Erika Sala. L’agente conduttore di Narco, nell’imminenza del suo compleanno ha avuto una brillante idea. “Cercavo un modo carino per ricambiare il  sostegno dell’Enpa –  racconta – e dato che Narco il 29 novembre compie 3 anni, ho pensato che, invece della solita pallina, avrei potuto
regalargli un’adozione a distanza. La scelta è caduta su Toby, non solo perché mi è stato detto che è uno dei cani meno popolari del progetto, ma anche perché sua sorella è un canepoliziotto, quindi mi è sembrata la scelta migliore”.

Fratelli virtuali

Narco, così, è diventato “fratello a distanza” di Toby. “Ovviamente non lo sa – spiegano dalla sezione di Monza dell’Enpa – e molto probabilmente i due non si incontreranno mai, ma l’iniziativa di Erika ha una grande valenza simbolica e per questo la ringraziamo di cuore. E chissà che altri proprietari non decidano di fare un regalo ai propri quattrozampe scegliendo di sostenere le nostre attività in un modo altrettanto speciale”.

Chi è Toby

Entrato in canile nel 2015 dopo essere stato ceduto dalla famiglia che lo deteneva, Toby è uno dei cani da più tempo ospiti nella struttura dell’Enpa. “E’ un cane di taglia media di circa 8 anni, un mix tra shar pei e chow chow e da questi cani orientali ha ereditato la grande dignità e la riservatezza tipica di queste razze – raccontano i responsabili dell’associazione – Ha fatto tanti progressi da quando è da noi, ma resta una cane che ama poco coccole e smancerie e poco incline a dare confidenza a chi non conosce. Siamo sicuri, però, che con un padrone che apprezzi questa tipologia di cane Toby sarebbe un cane meraviglioso”.

Come si ricorderà mesi fa Narco, era balzato agli onori delle cronache anche per una curiosa polemica in Consiglio comunale.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia