benemerenze

Assegnati cinque Luit d’oro, premiato l’impegno civico

A Nova Milanese onorificenza a Giuseppe Scuratti,  Marilena Caimi, don Luigi Caimi, Marina Tagliabue e Virginio Bettini

Assegnati cinque Luit d’oro, premiato l’impegno civico
Cronaca Desiano, 30 Dicembre 2020 ore 18:05

Assegnati cinque Luit d’oro, premiato l’impegno civico. A Nova Milanese onorificenza  a Giuseppe Scuratti,  Marilena Caimi, don Luigi Caimi, Marina Tagliabue e Virginio Bettini

Assegnati cinque Luit d’oro, premiato l’impegno civico

Virginio Bettini

Selezionati i novesi benemeriti: Luit d’oro alla memoria di Marilena Caimi e Virginio Bettini e all’impegno a favore della comunità per don Luigi Caimi, Giuseppe Scuratti e Marina Tagliabue. “Accanto a loro, abbiamo ritenuto doveroso assegnare encomi e riconoscimenti anche a coloro che si sono distinti in questi mesi di emergenza Covid”, ha spiegato il sindaco Fabrizio Pagani. L’assegnazione si svolgerà in presenza non appena l’emergenza sanitaria lo consentirà.

I riconoscimenti alla memoria

Luit alla memoria a Marilena Caimi per “l’impegno profuso in ambito educativo nelle scuole novesi e volontaria di Emergency” e al professore Virginio Bettini, “pioniere e padre dell’ecologia italiana”. L’insegnante Caimi è scomparsa l’anno scorso a 66 anni, pochi mesi prima aveva presentato il suo libro di narrativa per bambini “Bice e i giochi di luce” all’inaugurazione della 60esima edizione del Premio Bugatti-Segantini. Bettini, venuto a mancare a settembre a 78 anni, era un professore universitario della facoltà di Architettura a Venezia, attivista per l’ambiente ed europarlamentare nella Federazione dei Verdi.

Impegno e passione

Giuseppe Scuratti

Gli altri tre Luit d’oro sono stati attribuiti al sacerdote don Luigi Caimi per “l’impegno religioso, sociale e civile profuso a favore della comunità novese e particolarmente vicino alla cittadinanza tutta”, a Giuseppe Scuratti per “il suo impegno a trasmettere l’arte della falegnameria soprattutto tra i detenuti, insegnando loro non solo un mestiere, ma uno stile di vita per ritrovare se stessi e reinserirsi nella comunità”, e a Marina Tagliabue, presidente dell’Associazione Cascina Triestina, per “la competenza, la passione e la grinta con cui ha collaborato con le varie associazioni del nostro territorio”.

Nel 2021 la premiazione in presenza

L’Amministrazione comunale ha tenuto particolarmente ad aspettare per la consegna dei titoli: si aspetterà il 2021 e l’opportunità di presentare i cittadini benemeriti in presenza, per dare a loro modo di avere il momento di visibilità che meritano. “Sono davvero onorato, a nome di tutta la città – ha commentato il sindaco Pagani – di poter insignire quest’anno cinque cittadini benemeriti. A loro il grande plauso per aver tenuto alto il nome di Nova Milanese nel territorio e nel mondo. Accanto a loro, abbiamo ritenuto doveroso assegnare encomi e riconoscimenti anche a coloro che si sono distinti in questi mesi di emergenza covid per atti di solidarietà nei confronti della loro comunità. E’ bello sapere che sono in tanti. A tutti un grazie di cuore!”

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità