Assegnazione case popolari al grido “prima i lombardi”

Assegnazione case popolari. E' in vigore da ieri il nuovo regolamento per gli alloggi Erp voluto da Regione Lombardia. Ecco cosa prevede

Assegnazione case popolari al grido “prima i lombardi”
Cronaca 03 Novembre 2017 ore 15:23

Assegnazione case popolari: nuove regole

Assegnazione case popolari al grido “prima i lombardi”. E’ in vigore da ieri il nuovo regolamento per le assegnazioni degli alloggi Erp voluto da Regione Lombardia. E la sperimentazione parte proprio da Monza scelta come unico capoluogo di provincia regionale in cui avviare il progetto.

Ad annunciarlo il vicepresidente di Regione Lombardia, Fabrizio Sala.

Minimo cinque anni di residenza nel Comune

La nuova normativa regionale sull’assegnazione delle case popolari prevede che il potenziale inquilino risieda nel Comune dove fa richiesta dell’appartamento Erp da almeno cinque anni.

Le categorie che ora hanno la priorità

Regione Lombardia ha deciso che il 20% degli alloggi sarà a disposizione di persone in stato di povertà assoluta. Un altro 30% agli anziani, il 20% alle famiglie monoparentali, il 15 ai disabili, un altro 20% per cittadini residenti con disabilità e il 10% sarà invece assegnato a membri delle Forze dell’ordine. Un ulteriore 5% sarà destinato ad altre categorie di rilevanza sociale, individuate dai Piani di Zona.

La verifica delle certificazioni e le assegnazioni

“Per la sperimentazione abbiamo individuato tre ambiti: quello di Cinisello Balsamo, che include anche Bresso, Cormano e Cusano Milanino, quello di Monza, che include Brugherio e Villasanta e infine quello di Sesto San Giovanni, che include anche Cologno Monzese. In questi comuni entra in vigore il regolamento, ci sarà poi la verifica di tutte le autocertificazioni fornite dai richiedente e infine a gennaio ci saranno le prime assegnazioni col nuovo regolamento”.

Regolamento in vigore in tutta la Regione da febbraio 2018 

“Se non ci sarà nulla da modificare in seguito alla sperimentazione, l’8 febbraio 2018 il regolamento sarà in vigore su tutto il territorio regionale”, ha annunciato in conclusione il vicepresidente Sala.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità