Cronaca

Assicuratore derubato della moto

Denunciato un 30enne rintracciato dagli agenti della Polstrada di Seregno.

Assicuratore derubato della moto
Cronaca Seregnese, 27 Ottobre 2017 ore 17:59

Rintracciato il ladro che ha rubato la moto a un assicuratore di Lecco.

Derubato della moto

La vittima è un assicuratore di Lecco di 64 anni derubato del suo scooter modello "Honda", ritrovato solo grazie all'attività investigativa della Polizia stradale di Seregno. Gli agenti stavano facendo rifornimento in una stazione di servizio di Molteno, lungo la superstrada Valassina. Lì hanno notato una targa sospetta. Quando hanno chiesto spiegazioni, l'uomo a bordo dello scooter si è dato alla fuga riuscendo a far perdere le proprie tracce. Poco dopo i poliziotti sono riusciti a rintracciare il proprietario della moto che non aveva ancora denunciato il furto, non essendosi accorto. La moto era parcheggiata a Lecco, fuori dall'assicurazione, di fianco all'auto di proprietà dell'imprenditore lecchese. La vettura è stata forzata per asportare le chiavi dello scooter.

L'attività investigativa

Nel frattempo gli agenti della Polstrada hanno acquisito le immagini della videosorveglianza dell'area di servizio. Da un confronto con l'archivio della Questura di Lecco hanno scoperto che l'autore del furto è un uomo già noto alle forze dell'ordine, abita a Lecco e ha 30 anni. Immediatamente viene diramata una nota di ricerca in tutto il territorio e vengono allertati i colleghi della Polizia stradale di Lecco. Poco dopo il ladro viene rintracciato: si trova in pronto soccorso all'ospedale di Lecco dove si è recato dicendo di essere stato investito. Gli agenti riescono inoltre a ritrovare la moto, abbandonata a Garbagnate Monastero, e a restituirla al legittimo proprietario.

La denuncia

Il 30enne lecchese, autore del furto, è stato indagato oltre che per furto, anche per resistenza a pubblico ufficiale e falsificazione di targhe. Chiusa la vicenda in poche ore, l'assicuratore ha inviato una lettera in caserma a Seregno per ringraziare gli agenti del loro operato.

Seguici sui nostri canali
Necrologie