Asta deserta per la casa di Sergio Bramini VIDEO

Monza, 23 Novembre 2018 ore 10:11

Asta deserta per la casa di Sergio Bramini. Nessun acquirente si è presentato per la villa dell’imprenditore monzese fallito per colpa dello Stato.

Asta deserta per la casa di Sergio Bramini

E’ andata deserta l’asta per la casa di Sergio Bramini, che si è svolta nella giornata di ieri, giovedì 22 novembre. E lui, l’imprenditore monzese fallito per colpa dei crediti mai pagati dallo Stato italiano, può tornare a sperare, almeno per ora. Tutto infatti è rinviato alla prossima asta.

Ecco le parole di Bramini dopo l’esito dell’asta

Lo sfratto

La sua abitazione, lo ricordiamo, era stata pignorata il 18 maggio scorso, in una giornata molto concitata non solo per la famiglia ma per tutti i monzesi che per settimane avevano seguito la sua vicenda e che dopo lo sfratto non hanno mai abbandonato il concittadino, dimostrandogli vicinanza anche attraverso gesti concreti. Come ad esempio la petizione lanciata su Change.org dal gruppo Facebook EasyMonza a cui potete ancora partecipare con una semplice firma.

L’ultimo video prima dell’asta

E proprio martedì 21 novembre Bramini ha visitato ancora una volta la sua abitazione in via S. Albino 22, per portare via le ultime cose rimaste in casa dopo lo sgombero del maggio scorso, aiutato da un gruppo di amici che ha voluto ringraziare pubblicamente sul suo profilo Facebook dove ha pubblicato un breve video. Eccolo di seguito:

Nelle parole che Bramini unisce al post c’è tutta la tristezza e l’amarezza del vedere la sua casa “abbandonata, umida e triste”, dopo 6 mesi di incuria.

“Torni in quella che è stata la tua casa per 29 anni, qui hai vissuto momenti felici, visto nascere le tue figlie, hai sempre cercato di mantenerla in ordine, con l’erba tagliata, le piante potate, le rose concimate, il laghetto pulito con al centro le tartarughe a prendere il sole e i tuoi cani felici a rotolarsi nell’erba.
Ora cinque betulle sono morte, così un pino, una magnolia e l’acero giapponese con i suoi novant’anni (orgoglio di tua moglie) che reca i segni d’incuria e scarsa manutenzione.
Le erbacce hanno infestato ormai tutti i prati e svettano alte più di un metro, altre imputridiscono a terra, la vernice delle cancellate si è improvvisamente crepata, quasi avesse sentito solo ora il bisogno di rinnovarsi. La casa all’interno umida e triste non emana più quel calore che solo chi l’ha vissuta sapeva dare.
Ti sembra di sentire la tua nipotina che canta una filastrocca, tua moglie che le insegna a pronunciare in tailandese le stesse parole in tonalità diverse; ma è solo un sogno ad occhi aperti”.

QUI UNA RASSEGNA DEI PRINCIPALI ARTICOLI PUBBLICATI SUL CASO BRAMINI: 

Sgombero Bramini, l’imprenditore lascia la sua abitazione

Fallito per colpa dello Stato: la casa di Bramini salva ma solo per 45 giorni

Bramini, sfratto anticipato al 18 maggio

Sfratto Sergio Bramini: Matteo Salvini il 18 maggio a Monza

Ordine di sgombero: Bramini si è incatenato

Caso Bramini, il video dell’irruzione in casa

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia