Cronaca

Attacco al bancomat, due finiscono in manette

Due rumeni sono stati arrestati a Besana: stavano manomettendo lo sportello della filiale della banca Intesa Sanpaolo

Attacco al bancomat, due finiscono in manette
Cronaca Caratese, 25 Febbraio 2019 ore 11:19

Stavano tentando di manomettere il bancomat della filiale della Banca Intesa Sanpaolo di via Viarana a Besana. Il loro piano, però, è andato in fumo: beccati in flagranza dai carabinieri, sono finiti in carcere. E' successo all'alba di oggi, lunedì.

Ricco l'equipaggiamento

Erano le 5 quando i due sono entrati in azione, giunti a Besana a bordo di un'Audi A4 con targa straniera. Ambedue rumeni, nullafacenti e senza fissa dimora. Il primo, classe 1981, con precedenti per furto aggravato; il secondo, sei anni più giovane. Nel mirino lo sportello di via Viarana, a due passi dal Municipio. Avevano già tolto la mascherina per iniziare la manomissione del sistema informatico quando sono stati sorpresi dai militari, giunti dalla caserma di Carate e richiamati dall'impianto di allarme della filiale.

Con loro, i due avevano telefoni cellulari, cappellini (probabilmente per travisare i volti), un taglierino, una testiera wireless, un adattatore e una chiavetta USB; un connettore bluetooth; una scheda elettronica; mouse; occhiali con telecamera integrata dotata di microscheda da 16 gigabyte. Completavano l'equipaggiamento torcia, colla, trapano a batteria, pc portatile e persino carta da parati.

In manette

I due sono stati tradotti nel carcere di Monza in attesa della convalida dell'arresto. L'accusa è di tentato accesso abusivo aggravato al sistema informatico con violento danneggiamento sulle cose; installazione di apparecchi atti a intercettare comunicazioni informatiche e tentato furto aggravato. Gli atti sono stati trasmessi alla DDA.

Le indagini proseguono per definire il piano della banda e verificare eventuali collegamenti a episodi analoghi registrati sul territorio.

Seguici sui nostri canali
Necrologie