Indagini dei Carabinieri

Atti vandalici e incendi: arrestati due quindicenni di una baby gang

I militari di Lissone hanno arrestato due adolescenti: le indagini partite a fine marzo

Atti vandalici e incendi: arrestati due quindicenni di una baby gang
Cronaca Monza, 29 Aprile 2021 ore 08:51

La baby gang si era resa protagonista di atti vandalici e di incendi ai danni di automobili: ora i Carabinieri hanno arrestato due quindicenni.

I reati della baby gang

I Carabinieri della Stazione di Lissone hanno arrestato due 15enni, su ordine del gip del Tribunale per i Minori di Milano, accusati di furto su auto, danneggiamento e incendio di un’autovettura.

Le indagini hanno avuto inizio a conclusione di una notte particolarmente movimentata e culminata con l’incendio di un’autovettura.
Da qui, a fine marzo, sono partite le indagini dei Carabinieri di Lissone intervenuti, a notte fonda, in un parcheggio pubblico dove una piccola utilitaria era stata  ritrovata ancora avvolta dalle fiamme. L’indomani mattina, presso l’Arma di Lissone, erano state numerose le denunce di danneggiamenti e atti vandalici su auto formalizzate  da persone che avevano parcheggiato i loro mezzi nelle vie limitrofe al parcheggio in cui era stata ritrovata l’auto incendiata, rendendo cosi chiaro il nesso tra i vari eventi.
E' scattato cosi un approfondimento investigativo che, grazie all’analisi di una serie di telecamere sparse sul territorio, ha portato all’identificazione dei due giovani minorenni.
Nessuna vendetta personale da parte dei giovani presunti autori, ma solo un’ingiustificata volontá di commettere atti vandalici. I due si trovano ora ristretti in distinte comunitá di recupero collocate in Lombardia.

Il focus sugli adolescenti

L’operazione si innesta nel solco dell'attenzione da parte dell’Arma nei confronti degli adoscenti. Al riguardo sono tuttora in corso degli incontri, tra gli studenti delle scuole secondarie delle Brianza e personale dell’Arma dei Carabinieri per sensibilizzare i giovani su temi centrali del vivere in comunitá, quali la cultura della legalitá, il rispetto delle regole di comune convivenza e sul corretto utilizzo dei social network.

Necrologie