Barlassina, dona trenta pc a una scuola derubata

L'imprenditore Enrico Panzeri dona trenta computer a una scuola del Padovano derubata.

Barlassina, dona trenta pc a una scuola derubata
11 Gennaio 2017 ore 09:44

Trenta computer donati a una scuola media padovana per un Natale 2.0. E’ un dono davvero speciale quello della ditta barlassinese “Dpr Llc”, capitanata dal suo fondatore e proprietario, l’imprenditore 60enne Enrico Panzeri.

E’ lui l’autore del generoso gesto che permetterà agli studenti del plesso “Loredan” di Sant’Urbano, in provincia di Padova, di accedere a due nuovissime aule di informatica. Ma come è arrivata l’idea? Dopo il terribile terremoto di ottobre nel Centro Italia, il 60enne si era attivato per reperire trenta pc e cinque monitor da donare a un istituto di Acquasparta, cittadina colpita dal sisma. “Da quel plesso umbro non hanno mai risposto. Di lì a qualche giorno ho sentito alla radio la notizia di un furto di computer in una scuola padovana. Così non ci ho pensato due volte: non volevo che i pc rimanessero a prendere polvere in magazzino, ho contattato il preside e in un paio di giorni ci siamo organizzati”, spiega.

LA NOTIZIA SUL GIORNALE IN EDICOLA E ANCHE NELL’EDIZIONE SFOGLIABILE ONLINE PER SMARTPHONE, TABLET E PC.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia