Cordoglio

Bcc di Barlassina piange il presidente onorario Mario Beretta

Scomparso a 80 anni, per oltre 40 anni figura chiave nella banca barlassinese.

Bcc di Barlassina piange il presidente onorario Mario Beretta
Seregnese, 07 Maggio 2020 ore 15:52

La Bcc di Barlassina piange il presidente onorario Mario Beretta. Scomparso a 80 anni, per oltre 40 anni figura chiave nella banca barlassinese.

Presidente del Cda dal 2003 al 2012

Direttore Generale dal 1969 alla fine degli anni Novanta. Presidente del Consiglio di Amministrazione dal
2003 al 2012. Quarant’anni di impegno e dedizione. Concentrare in poche righe ciò che il dottor Mario Beretta è stato per la Bcc di Barlassina è davvero impossibile. Per la Bcc di Barlassina era il presidente onorario, ma per molti tra amici, clienti e soci, era semplicemente Mario, che per quarant’anni e oltre, ha segnato, con altri protagonisti, la storia della Bcc di Barlassina.

La Bcc era il suo terzo figlio

Residente a Cogliate, sposato con Maria Luisa, padre di Andrea ed Emanuela e nonno di cinque nipoti, Beretta proveniva da ComIt (prestigiosa scuola bancaria del nostro paese). L’inizio alla Bcc di Barlassina fu a suo modo un atto di coraggio e coincise con un momento di faticosa transizione. Fu però anche l’avvio di un percorso di sviluppo e consolidamento che porterà l’allora “Cassa Rurale ed Artigiana”, con il suo mono-sportello di Barlassina e sette dipendenti, a diventare negli anni Novanta e Duemila una delle banche di credito cooperativo più patrimonializzate a livello nazionale, a poter operare su 60 comuni in quattro diverse province. “La Bcc era come il suo terzo figlio – ha raccontato Andrea – Anche nei momenti liberi il suo pensiero era rivolto alla banca. Non aveva molti altri hobby se non il nuoto, soprattutto in gioventù e la pesca”.

Grande coppia con Belloni

Nel suo percorso alla Bcc, Beretta ha incrociato e coinvolto molti altri nomi e volti concreti, tra i quali non si può non
ricordare il dottor Enrico Belloni, il presidente del Cda con il quale, negli anni Ottanta e Novanta, ha costituito una collaudata coppia di vertice. Così come numerosi sono i collaboratori, i soci e i clienti, enti e associazioni del territorio che annoverano tra i propri ricordi e nella propria storia l’incontro, mai banale, spesso risolutivo, con “il dottor Beretta”. “La porta del suo ufficio era sempre aperta. Nella vita lavorativa così come in quella reale era sempre molto disponibile. Era un uomo empatico e carismatico e riusciva ad ottenere rispetto e fiducia da tutti” ha aggiunto il figlio.

Da tempo era malato

Purtroppo però da tempo Mario Beretta conviveva con gravi problemi di salute. “Non usciva di casa da oltre sei mesi” hanno spiegato i familiari. Poi, sabato mattina, la tragica scomparsa. Il messaggio finale dalla Bcc: “Ogni volta che in Bcc di Barlassina ci lascia, su questa scena terrena, un protagonista della nostra storia, sentiamo più forte la responsabilità di preservarne e incrementarne il lascito per il bene comune”.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia