Bebo Storti al TeatrOreno con “Mai Morti”

Sabato 23 febbraio alle ore 21 a TeatrOreno a Vimercate è in programma il terzo spettacolo della Stagione Teatrale, promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Vimercate.

Bebo Storti al TeatrOreno con “Mai Morti”
Vimercatese, 05 Febbraio 2019 ore 11:50

Mai Morti. Un monologo che fa discutere, arrabbiare, divide, emoziona e commuove. A  portarlo in scena sarà Bebo Storti, attore teatrale e cinematografico, sia comico che drammatico. Lo spettacolo arriverà al TeatrOreno il 23 febbraio ma sono già attive le prevendite online.

Con una scrittura evocativa, Renato Sarti ripercorre la nostra storia recente attraverso i racconti di un fascista mai pentito. A Bebo Storti il difficile compito di dare voce a questo nostalgico delle “belle imprese” del Ventennio fascista.

Breve trama

Mai Morti era il nome di uno dei più terribili battaglioni della Decima Mas. A questa formazione, che operò a fianco dei nazisti nella repressione anti-partigiana, e al magma inquietante del pianeta fascista il personaggio guarda con delirante nostalgia. Durante una notte milanese dei nostri giorni, il protagonista si abbandona a ricordi sacri, lontani, cari. Evoca le “gloriose” azioni della Ettore Muti, come le torture praticate nelle stanze di quello che diventerà il Piccolo Teatro di Milano.

Ricorda le stragi compiute dall’Esercito Italiano in Africa e l’uso indiscriminato e massiccio dei gas contro le popolazioni civili. Ad animare i suoi sogni a occhi aperti sono anche alcune vicende del passato più prossimo, e del nostro presente: dalla strage di piazza Fontana nella Milano incandescente del 1969, fino al G8 di Genova. Un monologo che cerca di rammentare, a chi se lo fosse dimenticato o non l’avesse mai appreso che la parola antifascismo ha ancora un fondamentale e profondo motivo di esistere, e per riflettere su quanto, in Italia, il razzismo, il nazionalismo e la xenofobia siano difficili da estirpare.

Info e biglietti

Sono attive le prevendite online sul sito ww.vivaticket.it o, senza maggiorazioni, presso il MUST Museo del territorio vimercatese negli orari di apertura (da mercoledì a giovedì ore 10-13 e venerdì, sabato e domenica ore 10-13 e 15-19), oppure la sera stessa dalle ore 20 presso la biglietteria di TeatrOreno. È possibile anche il pagamento con bancomat e carte di credito.
I biglietti numerati interi costano 12 €, ma sono previste diverse di tipologie di riduzioni: 8 € per under25 e over65 e 6 € per under 19 e per gli iscritti all’Università del Tempo Libero di Vimercate.

Altri spettacoli in programma

Dopo il monologo di Bebo SAtorti la Stagione Teatrale Vimercate proseguirà fino al 4 maggio 2019 con altri 4 spettacoli che spazieranno dalla prosa alla narrazione, dall’impegno civile alla musica.

Ecco il calendario completo e tutte le informazioni su prevendite e modalità d’acquisto:

Mercoledì 13 marzo 2019 – ore 21
ROGER con Emilio Solfrizzi. Regia di Umberto Marino
L’azione si svolge interamente su un campo da tennis e rappresenta un’immaginaria partita tra un generico numero due e l’inarrivabile numero uno del tennis di tutti i tempi, un campionissimo di nome Roger. Un monologo su un tennista che da anni deve affrontare Federer (ma anche, in qualche modo, Dio) senza riuscirvi. Nel corso del pezzo evoca la partita che dovrebbe disputare e che, forse, si è già disputata, ma che è finita, e non poteva che finire, con la sua sconfitta.

Domenica 31 marzo 2019 – ore 21

IL GIARDINO DEI CILIEGI
Trent’anni di felicità in comodato d’uso
Compagnia Kepler 452 con Lodovico Guenzi dello Stato Sociale e con Annalisa e Giuliano Bianchi, Paola Aiello, Nicola Borghesi. Suoni di Alberto “Bebo” Guidetti. Regia di Nicola Borghesi
Lo spettacolo nasce dall’incontro tra i componenti di Kepler 452 con due personaggi realmente esistenti, Giuliano e Annalisa Bianchi, ossia Gaev e Ljuba. Il centro del dramma è la scomparsa di un luogo magico, profondamente impregnato delle vite di chi lo abita, che in questa rilettura dell’opera di Cechov diventa il luogo della coppia. Partendo dalla storia vera di Annalisa e Giuliano e del loro “Giardino dei ciliegi”, lo spettacolo è un’indagine su dove oggi si sia posata la dialettica tra illuminismo e magia, tra legge e natura, e su dove ci troviamo noi. Sul palco, in veste di attore, anche Lodovico Guenzi, leader della band Lo stato sociale.

Sabato 6 aprile 2019 – ore 21
IO PROVO A VOLARE! Omaggio a Domenico Modugno
Compagnia Berardi Casolari. Di e con Gianfranco Berardi. Regia e luci Gabriella Casolari
Io provo a volare è una drammaturgia originale, che a partire da cenni biografici di Domenico Modugno e dalle suggestioni delle sue canzoni, racconta la vita di uno dei tanti giovani cresciuti in provincia pronti, sull’onda del mito, ad affrontare ogni peripezia per realizzare il sogno di diventare artisti. Poesia e comicità sono gli ingredienti principali della pièce, che attraverso un uso sui generis della luce trasmette atmosfere emotive, suggestioni e ricordi indimenticabili cercando di risvegliare nel pubblico quel sogno di libertà di cui Modugno si fece portavoce e simbolo.

Sabato 4 maggio 2019 – ore 21

L’AMORE AI TEMPI DEL COLERA
Operita musical per cantattrice e suonatori con Laura Marinoni
e con Alessandro Nidi, pianoforte e Marco Caronna, chitarra e percussioni. Regia di Cristina Pezzoli
Florentino e Fermina si incontrano poco più che adolescenti, si innamorano e si separano, ma si tengono nel cuore da lontano, mentre le loro vite scorrono parallele con le scelte che ne conseguono: marito, amanti, figli, infelicità e abitudine. Quello che si era acceso tra loro nella prima giovinezza si compie con uno stupefacente happy end autunnale, dopo un’attesa durata “51 anni, 4 mesi e undici giorni, notti comprese”.
La potente epopea romantica di L’amore ai tempi del colera autorizza ad aprire un dialogo tra episodi, personaggi e musica.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia