Beccati con oggetti in oro e contanti

Denunciati due albanesi domiciliati a Giussano trovati in possesso della refurtiva.

Beccati con oggetti in oro e contanti
Caratese, 06 Novembre 2019 ore 15:18

Beccati con oggetti in oro, contanti e macchine fotografiche. Denunciati due albanesi trovati in possesso di refurtiva.

Beccati con oggetti in oro

Nella giornata di ieri (martedì 5 novembre 2019) i carabinieri della Stazione di Giussano, durante un servizio sul territorio finalizzato alla ricerca di stupefacenti, hanno denunciato a piede libero due uomini di nazionalità albanese per ricettazione in concorso. Si tratta di E.D., classe 1989, e O.H. classe 1991, entrambi domiciliati in città, con precedenti per reati legati al falso e senza occupazione. Erano circa le 13 quando i militari hanno fermato i due uomini in zona Cascina Costa Alta, al confine con Briosco, a ridosso della Statale 36.

La perquisizione

Dopo la perquisizione personale e a bordo dell’auto, un’Alfa 147 in loro uso ma intestata a un’altra persona, i carabinieri hanno proceduto con la perquisizione domiciliare dove hanno trovato 19 monili in oro, 3.360 euro in contanti, 2 macchine fotografiche modello Nikon, 2 bilancini di precisione e 2 flessibili. Materiali di cui i due uomini non hanno saputo dare giustificazione del possesso. Pertanto entrambi sono stati denunciati per ricettazione in corso.

Indagini in corso

I carabinieri della Compagnia di Seregno proseguono le indagini relative alla refurtiva trovata presso l’abitazione dei due albanesi. Gli oggetti potrebbero infatti appartenere a persone che di recente hanno subito furti nelle proprie case.

Il servizio anche sul Giornale di Carate in edicola da martedì 12 novembre 2019.

TORNA ALLA HOME

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia