Soddisfazione

Bellusco sventola bandiera… azzurra

Il riconoscimento è stato consegnato da Anci e Fidal per l'impegno profuso nella promozione di stili di vita sani.

Bellusco sventola bandiera… azzurra
Vimercatese, 02 Marzo 2020 ore 15:26

Bellusco sventola bandiera… azzurra. Prestigioso riconoscimento assegnato da Anci e Fidal per l’impegno profuso nella promozione di stili di vita sani.

L’annuncio del Comune

La notizia è stata annunciata dal Comune nella giornata di lunedì. Dal 28 febbraio Bellusco può sventolare la “Bandiera Azzurra 2020”, simbolo delle città impegnate nella promozione della salute e di sani stili di vita attraverso la pratica del cammino e della corsa nel contesto urbano.

“Sono 10 quest’anno in Italia i Comuni premiati come Bandiera Azzurra, Bellusco è il solo Comune brianzolo e uno dei tre lombardi – spiega l’Amministrazione comunale – Il prestigioso riconoscimento arriva da Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e Fidal (Federazione Italiana Atletica Leggera), che hanno ideato ed avviato il progetto denominato “Bandiera Azzurra – Città della corsa e del cammino” con la finalità di incrementare il movimento e migliorare la salute dei cittadini. L’intento del progetto è di costituire una rete di città virtuose riconosciute da Fidal e da Anci che offrano ai propri cittadini un’adeguata possibilità di praticare corsa e camminata attraverso aree e percorsi pedonali ad hoc ed eventi ad essi dedicati.  I Comuni interessati al progetto presentano perciò la loro candidatura per entrare a far parte della Rete “Città della corsa e del Cammino”. Tra questi Comuni un’apposita commissione Anci-Fidal sceglie tra i più meritevoli a chi assegnare anche il titolo di Bandiera Azzurra”.

Attualmente i Comuni italiani che fanno parte della rete sono 65, mentre i premiati del 2020 sono dieci: Oristano, Genova, Cernusco sul Naviglio, Montepulciano, Tornareccio, Caprarica di Lecce, Bellusco, Carmignano di Brenta, Cinisello Balsamo e Alberobello.

La soddisfazione dell’Amministrazione comunale

Grande, ovviamente, la soddisfazione dell’Amministrazione comunale belluschese, che ha voluto sottolineare le numerose iniziative promosse nel corso degli anni.

“Il premio vuole esser un riconoscimento anche a tutti i cittadini di Bellusco, che in questi ultimi anni hanno fatto crescere l’amore per il cammino e per vivere il loro territorio attraverso sentieri ciclopedonali e percorsi protetti – commenta il sindaco Mauro Colombo – Un’opportunità per la salute e il benessere durante il tempo libero ma anche sicuramente un modo per vivere il proprio territorio e per conoscerlo sempre meglio. Si, perché più gente, più persone per strada, sia lungo le ciclabili che lungo i sentieri e sulle nostre strade urbane, rendono il paese più vivo, più curato e sicuro. Tutto ciò si è reso possibile sicuramente perché oggi viviamo un cambio di consapevolezza circa i benefici del camminare e della corsa ma anche perché il Comune di Bellusco in questi ultimi 15 anni ha operato per creare le condizioni e per mettere a disposizione questo patrimonio naturale e di cultura del camminare, promuovendo l’introduzione e la realizzazione di importanti reti ciclopedonali sul territorio. Una scelta che oggi possiamo dire vincente. Oggi, grazie alla lungimiranza delle Amministrazioni passate e presenti, Bellusco gode di aree a verde in più punti del paese, con 10 parchi urbani ed aree agricole che delimitano l’intero abitato, vincolate dal 2016. Non dimentichiamo che Bellusco è un paese che conta 7415 abitanti e una superficie di 6,54Kmq in provincia di Monza e Brianza, una delle aree con la più alta urbanizzazione d’Italia. Negli ultimi anni il Comune ha intrapreso un progetto di valorizzazione per delineare la cintura verde intorno al paese con la realizzazione di una rete di sentieri che permetta spostamenti a piedi o in bici per svago o per sport. Ad oggi contiamo oltre 10 Km di piste in ambito sia urbano che agricolo con la riqualificazione di sentieri rurali preesistenti, per un totale di 9,2 Km, che sono stati messi in sicurezza e realizzati con fondo in calcestre. Sono previsti ulteriori ampliamenti soprattutto di connessione verso i comuni limitrofi, grazie ad un progetto sovra comunale e interprovinciale. Fa parte del Parco Agricolo Nord Est col quale collabora attivamente”.

Il percorso che si è scelto di candidare alla “Bandiera Azzurra” è il “Percorso di salute, natura ed arte”, ovvero un tracciato individuato come sicuro, tra i più frequentati del paese, ricco di suggestioni e utilizzato anche dai Gruppi di Cammino Bellusco, che si snoda ad anello su un percorso di 5,3 km nella parte sud del paese tra il Biotopo di Bellusco, un bosco umido costituito soprattutto da farnie e ontani neri che accoglie diverse specie floreali rare e numerosi anfibi; continua fiancheggiando il borgo di Camuzzago, con Chiesa romanica di Santa Maria Maddalena, tutelata dalla Sovrintendenza ai Beni Architettonici e Ambientali, recentemente restaurata, per ritornare poi in ambito urbano con strade asfaltate che portano nuovamente in piazza del Municipio.

Il futuro prossimo

Guardando al prossimo futuro, tante sono le novità che attendono i cittadini belluschesi. A introdurle è il vicesindaco e assessore all’Ecologia e ai Lavori pubblici Daniele Misani.

“Il progetto di una rete di percorsi ciclopedonali sul nostro territorio è stato avviato da anni e in queste settimane si sono aggiunti due importanti tasselli. Il primo è il Sentiero della Ribosta, che era stato in parte realizzato nel 2019 e che è stato completato nel mese di febbraio 2020 con la realizzazione dell’ultimo tratto. Il percorso parte dall’”area cani” accanto al cimitero, si snoda nei campi, attraversa un breve tratto a bosco e prosegue poi in aperta campagna sino al confine con Vimercate, nell’area di Cascina Chiesa. Il Comune di Vimercate ha assicurato che ha intenzione di realizzare la sistemazione anche della parte di sentiero sul suo territorio: in questo modo sarà possibile andare da Bellusco a Vimercate con un percorso sicuro a piedi o in bicicletta. La spesa per questo intervento di conclusione del sentiero della Ribosta è stata di 30mila euro. Altro progetto in fase di realizzazione è il Sentiero per Mezzago che ci collega al paese vicino con un percorso che parte a nord del campo di calcio di via Adamello e prosegue tra campi, boschi e filari sino alla zona di via XXV Aprile, nella parte sud di Mezzago. La realizzazione di questo progetto è stata particolarmente complicata per l’acquisizione dei terreni necessari, ma le procedure sono terminate a febbraio, i lavori sono partiti a marzo e la conclusione è prevista per fine maggio: oltre alla realizzazione del sentiero vero e proprio, sono previste creazioni di filari, di siepi miste e di piccole aree di bosco e una nuova piccola rea umida. In questo modo sarà possibile andare da Bellusco a Mezzago con un percorso a piedi o in bicicletta. Il progetto, denominato A.P.R.I.R.E. è stato coordinato dal Parco P.A.N.E, e ha l’obiettivo di riqualificare il corridoio ecologico situato tra Bellusco e Mezzago, ovvero un’infrastruttura verde utile per ripopolamento e spostamento in libertà e sicurezza della fauna del territorio. La spesa per questo intervento è stata di 150mila euro, completamente coperta da un finanziamento di Cariplo che aveva stanziato fondi proprio per progetti di riqualificazione dei corridoi ecologici”.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia