Bernareggio ha detto addio al “suo” padre Leonardo Redaelli

I funerali si sono svolti lo scorso mercoledì nella chiesa di Bernareggio

Bernareggio ha detto addio al “suo” padre Leonardo Redaelli
Vimercatese, 21 Gennaio 2018 ore 09:09

E’ scomparso a 95 anni nella casa di riposo dedicata ai padri missionari di Rancio di Lecco, padre Leonardo Redaelli.

La sua storia

Nato il 12 febbraio del 1922 era l’ottavo di nove figli. Nel 1933 era entrato in seminario a Treviso ed era diventato frate il primo luglio del 1944. “Il suo più grande desiderio era partire per una missione insieme al Pime, il Pontificio istituto di missioni estere. – ha raccontato il nipote Ferruccio Redaelli – Nel 1948 partì per la missione di Bezwada nella zona di Vijayawada dove restò fino al 1958 a causa di una malattia. Rimase a casa per due anni per curarsi ma nel 1960 ripartì per la Missione dove voleva continuare il lavoro fatto fino a due anni prima. Mio zio si occupava insieme ad altri frati di gestire una comunità di ragazzi e bambini orfani o molto poveri che facevano parte della casta indiana degli “Intoccabili”.

Il ritorno in Italia

Negli anni in cui fu prima economo a Sotto il Monte e successivamente Rettore, sempre nella città bergamasca, padre Leonardo continuò ad inviare denaro alla missione. Riuscì ad aiutare i missionari presenti e i bambini che frequentavano la scuola. Col passare degli anni fu realizzata anche una fondazione a suo nome, la «Father Redaelli Educational society». Attraverso questa venivano elargite borse di studio a tutti i ragazzi meritevoli che non potevano permettersi di frequentare l’Università indiana.

La storia completa di padre Leonardo Redaelli sul Giornale di Vimercate in edicola martedì in edizione sfogliabile anche online su pc e tablet.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia