Cronaca
Lutto in parrocchia

Bernareggio piange la scomparsa di suor Camilla Carzaniga

La religiosa, 81 anni, è deceduta all'ospedale di Rovereto dove prestava servizio dal 2016 assistendo le consorelle più anziane.

Bernareggio piange la scomparsa di suor Camilla Carzaniga
Cronaca Vimercatese, 21 Marzo 2021 ore 11:01

Bernareggio piange la scomparsa di suor Camilla Carzaniga. Classe 1939, la religiosa ha prestato servizio in Italia e nel mondo: attualmente proseguiva il suo ministero a Rovereto assistendo le consorelle più anziane. A dare notizia del decesso è stata in queste ore la Comunità Pastorale "Regina degli Apostoli".

Bernareggio piange la scomparsa di suor Camilla Carzaniga

Suor Camilla Carzaniga era nata  a Bernareggio nel 1939. Aveva sentito  molto presto la chiamata del Signore e nel 1962 era entrata in convento per la prima volta a Milano, per sostenere un periodo di prova insieme alle suore Francescane Missionarie di Maria. A settembre dello stesso anno aveva iniziato il noviziato a Grottaferrata, in provincia di Roma, dove nel 1965 aveva preso i voti temporanei. Da quel momento per suor  Camilla era incominciato un servizio itinerante in tutta Italia e non solo: Siracusa, poi Roma, Frascati (dove aveva studiato per diventare infermiera professionale) e ancora Grottaferrata, dove il 19 marzo del 1971 aveva preso i voti perpetui. Da marzo 1971 al 30 giugno 1973 aveva lavorato come caposala nel reparto di Medicina generale – sezione ginecologia dell’ospedale di Frascati e qui era rimasta fino alla chiusura della casa delle suore, prima di ritirarsi per un breve periodo ad Assisi.

Un ministero itinerante

Ad agosto del 1973 era partita per lo Zaire (attuale Congo) e qui per sei mesi, presso l’Universite Nationale du Zaire di Kinshasa, aveva frequentato il corso per malattie tropicali. Era poi stata destinata nella regione dello Shaba,  dove aveva lavorato nell’ospedale di Mutsahtsha fino all’aprile del 1977 quando, a causa dei bombardamenti aveva dovuto ritornare precipitosamente in Italia. Per un periodo era rimasta a Grottaferrata, poi era stata trasferita in Svizzera, a Locarno e infine Friburgo, fino al 1994. In quell'anno era ritornata in Italia, a Porano, per assistere le suore anziane, prima di rientrare a Bernareggio tra il 1997 e il 1998 per accudire la madre malata. Il 19 marzo 2013 a Porano aveva festeggiato il 50esimo anniversario di professione religiosa, celebrato anche nella sua parrocchia di origine il 1 giugno successivo. Per qualche mese nel 2014 si era trasferita in Vaticano per un periodo di riposo per poi proseguire a Porano l’assistenza alle suore anziane.

Gli ultimi anni a Rovereto

A settembre 2016 era stata destinata a Rovereto sempre per svolgere lo stesso incarico. All’inizio del 2021, dopo aver accusato alcuni disturbi, suor Camilla aveva sostenuto degli esami diagnostici che aveva evidenziato una grave malattia per il quale si era reso necessario il ricovero in ospedale a Rovereto a cui purtroppo è seguito il decesso. La religiosa è stata tumulata nel cimitero di Rovereto insieme alle sue consorelle, come da suo desiderio.

Le fotografie sono tratte dal sito della Comunità pastorale Regina degli Apostoli.

Necrologie