Cronaca

Moria di pesci nella roggia di Cazzano VIDEO

E' l'ennesimo episodio di inquinamento delle acque del territorio. Questa mattina il sopralluogo di Arpa e Comitato Bevere

Cronaca Caratese, 26 Ottobre 2017 ore 11:44

Moria di pesci nella Roggia Beveretta di Cazzano. L'ennesimo episodio di inquinamento delle acque del territorio si è verificato nella mattinata di martedì. Questa mattina il sopralluogo dell'Arpa, interpellata dal Comitato Bevere.

Acqua biancastra e maleodorante

Martedì mattina, intorno a mezzogiorno, le acque dell'affluente della Bevera si sono tinte di bianco. Sprigionavano inoltre un odore chimico. Ad accorgersene è stato un contadino degli orti che si stendono alla Visconta, dietro la residenza San Camillo.

Sotto il ponticello che collega la Visconta alla Cremonina, la roggia si è riempita di cadaveri di pesci. Di cavedani per la precisione, una delle specie più resistenti all'inquinamento.

L'allarme è arrivato al Comitato Bevere

Mercoledì pomeriggio la segnalazione è arrivata al Comitato Bevere, da anni impegnato nella difesa delle Bevere e del Lambro. Alcuni rappresentanti hanno subito raggiunto la zona. Chiedendo poi l'intervento dei carabinieri (la caserma di via San Camillo dista solo una manciata di metri), giunti con un'unità della Forestale.

Questa mattina, il secondo sopralluogo. Accanto al Comitato anche i tecnici del Comune, la Polizia locale e l'Arpa.

Sembra che l'origine dello sversamento sia stata individuata negli scarichi all'altezza di via Rivabella.

Seguici sui nostri canali
Necrologie