Besanino, Rfi apre il portafoglio per i passaggi a livello

Confermato l’impegno per 650 mila euro di investimenti straordinari sulla linea S7

Besanino, Rfi apre il portafoglio per i passaggi a livello
Caratese, 02 Agosto 2018 ore 17:52

Besanino, Rfi apre il portafoglio per i passaggi a livello. Confermato l’impegno per 650 mila euro di investimenti straordinari sulla linea S7. E’ quanto è stato annunciato nel corso dell’incontro di ieri, mercoledì, tra il consigliere regionale della Lega Alessandro Corbetta e i vertici regionali di RFI. Presente anche Alberto Viganò, portavoce dei pendolari del Besanino e lo staff di Mauro Piazza (Forza Italia).

Besanino, Rfi apre il portafoglio per i passaggi a livello

Investimenti per il Besanino

L’incontro si è svolto ieri pomeriggio a Milano, nella sede di Rete Ferroviaria Italiana.

“Rfi ha confermato l’impegno per 650 mila euro di investimenti straordinari sulla linea S7 per risolvere i problemi dei passaggi a livello entro un anno” ha dichiarato il consigliere Corbetta. “Mezzo milione di euro servirà per sostituire i sistemi di trasmissione e i cavi, mentre 150mila euro per la sostituzione o la riparazione delle casse di manovra.

Per quanto riguarda gli investimenti sulle infrastrutture –  ha continuato – sono inseriti nella pianificazione 16,6 milioni di euro con attuazione dei lavori a partire dal 2020. La copertura finanziaria è prevista nell’ambito del Contratto di Programma-Investimenti 2017-2021 il cui iter approvativo è in corso. Si tratta di importanti interventi di ammodernamento della linea, per garantire sicurezza e puntualità ai treni. Entro la prima metà del 2019 verranno prolungate le banchine in diverse stazioni della tratta, per circa 3,5 milioni”.

“Ho ricevuto un’ampia disponibilità da parte di Rfi”

“Ho ricevuto un’ampia disponibilità di Rfi in merito all’individuazione delle priorità di investimento sulla linea per i prossimi anni, finalizzate a migliorare il servizio, diminuire i tempi di percorrenza ed eliminare i passaggi a livello tramite la realizzazione di sottopassi ferroviari”, ha assicurato il leghista. “Proprio su questo lavorerò insieme agli altri consiglieri, al comitato pendolari e ai sindaci per mettere nero su bianco le istanze del territorio e sottoporle a Rfi” .

Polizia locale nelle stazioni

I direttori regionali di Rfi si sono inoltre dimostrati aperti alla mia proposta di inserire uffici e comandi della Polizia Locale all’interno delle stazioni ferroviarie – ha concluso Corbetta – con l’obiettivo di aumentare la sicurezza per i pendolari e per gli operatori del trasporto pubblico. Su questo ultimo fronte sarà mio preciso impegno cercare di coinvolgere le Amministrazioni comunali che potrebbero essere interessate a questa iniziativa”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia