Blitz alla cena elettorale, Scanagatti: «Sono loro a dovermi chiedere scusa»

La replica del sindaco: «Chiedere scusa? Assolutamente no. Al massimo sono i residenti di via Asiago che dovrebbero farle a me»

Blitz alla cena elettorale, Scanagatti: «Sono loro a dovermi chiedere scusa»
27 Marzo 2017 ore 17:57

«Chiedere scusa? Assolutamente no. Al massimo sono i residenti di via Asiago che dovrebbero farle a me». Rammaricato per gli eventi, ma fermo nelle sue convinzioni. Così il sindaco Roberto Scanagatti ha commentato quanto accaduto settimana scorsa tra sabato e martedì con la «visita» in due appuntamenti conviviali elettorali («A cena con Roberto») di una delegazione della palazzina di San Rocco che da tempo vede una convivenza forzata tra 12 cittadini italiani e un centinaio di profughi. Sotto osservazione soprattutto la serata di sabato scorso che ha visto momenti di tensione all’interno della sala Aso a San Rocco.

CLICCA QUI PER LA NOTIZIA COMPLETA

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia