Botti di Capodanno, incendio a pochi metri dalla chiesa – FOTO e VIDEO

Polemiche sul mancato rispetto dell'ordinanza, ma anche sullo scarso senso civico di chi viola le regole

Monza, 01 Gennaio 2020 ore 13:30

I botti di Capodanno, nonostante l’ordinanza del sindaco, a Lissone hanno caratterizzato l’ultima notte dell’anno. In piazza Fumagalli, nel retro della Prepositurale dei santi Pietro e Paolo, in fiamme un ammasso di fieno e legna utilizzato per il presepe vivente dell’altra domenica.

I botti colpiscono ancora, nonostante il divieto

Qualche bontempone, intorno alle 2 di questa notte, ha pensato bene di lanciare forse un petardo o un fuoco d’artificio in un ammasso di sterpaglie a pochi metri dall’abside del Duomo di Lissone. Scontate le fiamme che sono divampate in pochissimi minuti facendo scoppiare un incendio che ha sollevato una fitta coltre di fumo che ha avvolto le pareti e il campanile della chiesa principale della città.

(Il video del momento dello scoppio dell’incendio – video di Cristina Ioja)

(L’arrivo dei Vigili del fuoco di Lissone – video di Cristina Ioja)

(I Vigili del fuoco di Lissone al lavoro – video di Cristina Ioja)

Immediato è stato l’intervento dei Vigili del fuoco del distaccamento di Lissone che, con un’autopompa, hanno prontamente domato le fiamme evitando che il fuoco potesse intaccare gli alberi o la stessa chiesa.

6 foto Sfoglia la gallery

(immagini tratte dal video di una lissonese postato sui social network)

Ordinanza disattesa

Già da qualche ora prima dello scoccare della mezzanotte molti rioni della città sono stati teatro di scoppio di botti, petardi e fuochi. Scontato, come ogni anno, il mancato rispetto dell’ordinanza firmata dal sindaco Concetta Monguzzi proprio nei giorni scorsi e in vigore fino alla fine delle festività natalizie.

Inutili anche gli appelli degli animalisti che hanno dovuto fare i conti con la mancanza di senso civico da parte di chi, incurante dei divieti, ha voluto trasformare le strade e le piazze della città in un vero campo di battaglia.

Cosa fanno a fare l’ordinanza se poi non viene rispettata da nessuno?

Questo è il commento principale cui, all’indomani di ogni veglione di san Silvestro, le Autorità sono costrette a rispondere. Le ordinanze e i regolamenti come a Monza ci sono, ma il compito di ogni “buon cittadino” dovrebbe essere quello di rispettare le regole, se non altro per una questione di sicurezza. Anche nei giorni di festa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia