Bottigliate tra migranti a Varedo, uno in ospedale

La lite è degenerata e i Carabinieri sono ancora alla ricerca dell'aggressore

Bottigliate tra migranti a Varedo, uno in ospedale
11 Aprile 2017 ore 14:46

Bottigliate tra migranti

Una lite poi degenerata in violenza. E’ successo ieri sera a Varedo, nel parco Primo Maggio. Due immigrati senegalesi sulla trentina hanno cominciato a litigare per motivi ancora sconosciuti. Teatro della vicenda il parco alle spalle del palazzo comunale. Il litigio è degenerato in violenza quando uno dei due ha impugnato una bottiglia e ha colpito l’antagonista alla testa. il tutto è sfociato in bottigliate tra migranti. La vittima, un richiedente asilo nigeriano 37enne, si è procurato una profonda ferita lacero contusa.

L’allarme dei residenti

Le grida dei due hanno attirato l’attenzione dei residenti nei pochi palazzi che si affacciano sull’area verde. Sono stati proprio gli abitanti del quartiere a chiamare i soccorsi. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della compagnia di Desio e un’ambulanza della Croce bianca di Limbiate.

Aggressore in fuga

Il ferito è stato trasportato in codice rosso all’ospedale di Garbagnate dove si trova tutt’ora ricoverato. La prognosi per lui è di 15 giorni. I carabinieri della stazione di Varedo stanno lavorando per identificare l’autore della violenza. Secondo quanto emerso dalle prime indagini condotte sl posto, entrambi non sarebbero domiciliati a Varedo.