A Nova Milanese Brambilla lascia la Lega per il Grande Nord

"Inaccetabile la decisione di eliminare la parola "nord" dai comunicati"

A Nova Milanese Brambilla lascia la Lega per il Grande Nord
Desiano, 22 Dicembre 2017 ore 18:45

A Nova Milanese Matteo Brambilla lascia la Lega  per confluire nel Grande Nord. Dopo sedici anni nel Carroccio, il consigliere comunale ed ex segretario della sezione cittadina non si sente più in linea con la Lega nord di oggi e ha deciso di appoggiare il nuovo movimento politico  fondato da Marco Reguzzoni.

Autonomia alla maniera di Bossi

Nel movimento Grande Nord Brambilla ha ritrovato lo spirito autonomista  delle origini della Lega nord, quando c'era Umberto Bossi.  "Dal 2015 non ho più rinnovato la tesserra  della Lega nord - ha spiegato Brambilla - ma la goccia che è fatto traboccare il vaso è stata la decisione di eliminare la parola "nord" dai comunicati. Allora ho accolto l'invito a prendere parte a un nuovo progetto, un movimento formato da imprenditori e non professionisti della politica che vuole finalmente difendere le istanze del nord"

Sparisce la Lega nord in Consiglio comunale

Nella prossima seduta di Consiglio comunale, Brambilla comunicherà la sua decisione di non rappresentare più la Lega nord in aula. Quando era diventato consigliere nel 2013 aveva lasciato l'incarico di segretario della sezione. "Avevo fatto un buon lavoro aggregando molte persone - ha puntualizzato - poi ho avuto delle divergenze con il segretario che mi ha succeduto e mi sono un po' allontanato. Ora la Lega a Nova non c'è praticamente più, la sezione conta appena tre militanti". Alle prossime elezioni comunali ci sarà il Grande nord? "Questa nuova avventura è per me una scommessa e la porterò avanti anche a livello locale"

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie