anti covid

Brevetta manopole salva carrello della spesa

L'idea è venuta a un'azienda di Canonica che ha inventato dei manici per non venire a contatto con possibili superfici non igienizzate.

Brevetta manopole salva carrello della spesa
Caratese, 06 Novembre 2020 ore 09:20

Brevetta manopole salva carrello della spesa, un espediente anti-Covid.

Brevetta manopole salva carrello della spesa

Maniglie a incastro per non toccare il manico del carrello della spesa. Il brevetto è di un’azienda di Canonica, frazione di Triuggio, la «Agostini srl» che si occupa di impianti e cablaggi elettrici. «E’ stata mia figlia Chiara ad avere questa idea per evitare di appoggiare le mani dove le appoggiano tutti – spiega Maurizio Agostini, titolare dell’azienda – Abbiamo fatto delle ricerche e realizzato questo prodotto manualmente. Si tratta di un manubrio per i carrelli dei supermercati che ha il brevetto di utilità che vale dieci anni. E’ un prodotto italiano che noi stiamo cercando di proporre a diverse catene di supermercati e, perché no, anche ai trasporti». Le manopole vengono vendute all’interno di una comoda valigetta che può essere portata ovunque, persino attaccata alla cintura.

Corbetta: “Si conferma lo spirito di impresa dei lombardi”

Il consigliere regionale della Lega, Alessandro Corbetta si è recato nei giorni scorsi in visita all’azienda Agostini insieme a due esponenti locali della Lega, Deborah Lacquaniti e Fabio Scandizzo. “Un’invenzione anti-Covid – afferma Corbetta – che esemplifica bene lo spirito di impresa dei brianzoli e dei lombardi, anche in situazioni difficili come quella che stiamo vivendo. Credo che sia giusto raccontare le storie di chi ogni giorno cerca non solo di fare del proprio meglio nel suo ambito lavorativo, ma ricerca e propone strumenti innovativi. La nostra realtà imprenditoriale, fatta di migliaia di piccole e medie imprese, avrebbe bisogno non dell’elemosina da parte dello Stato ma di essere rese più competitive attraverso la diminuzione dei carichi fiscali e delle altrettanto gravose incombenze burocratiche”.

Il consigliere comunale Fabio Scandizzo

«Siamo contenti che ci siano imprenditori nel nostro Comune che hanno il coraggio di reinventarsi – spiega Scandizzo – e hanno avuto questa idea brillante che potrà essere usata anche in futuro, Covid a parte». «Facciamo ascensori per transatlantici – spiega Agostini, titolare dell’azienda da 20 anni – Durante il lockdown abbiamo cercato di guardare avanti. Abbiamo sempre lavorato producendo mascherine, guanti e gel per le aziende. Siamo una piccola azienda, sana, con il giusto equilibrio dove lavorano dieci dipendenti. Preferiamo guadagnare poco ma lavorare tranquilli. Vediamo se questa idea del salva carrello avrà una storia. Si tratta di un prodotto nato a Triuggio che tutela la salute di adulti e bambini. Quello che a noi interessa è dare un servizio». Alla «Agostini» oltre a Maurizio ci lavorano anche i figli Chiara e Christian, e il genero Marco Esposito.

 

TORNA ALLA HOME

3 foto Sfoglia la gallery

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia