Cronaca
A Monza

Buche da record, il Comitato all'attacco

Secondo il Comitato San Fruttuoso sarebbe urgente un'opera di riasfaltatura della via dimenticata

Buche da record, il Comitato all'attacco
Cronaca Monza, 20 Maggio 2022 ore 16:43

Buche stradali da record in via Po, all’incrocio con via Tazzoli, a San Fruttuoso per cui sarebbe urgente una sistemazione. Lo denuncia il Comitato San Fruttuoso di Monza.

Buche record a San Fruttuoso

"Si tratta di buche profonde e pericolose che rendono urgente il rifacimento non solo del manto asfaltato, ma anche del sottostante fondo stradale. Come è stato ben fatto qualche mese
fa in un tratto di via Tazzoli, tra i civici 19 e 21", spiega il Comitato San Fruttuoso. Tra l'altro via Po ha una lunga storia di degrado. E’ dal 2013 che i cittadini aspettano una sistemazione dignitosa della sede stradale e il ripristino del verde pubblico nel tratto verso l’incrocio con via Ticino. "Nell’ottobre di quell’anno, un nubifragio aveva causato lo schianto di due olmi posti nello spartitraffico centrale - continua il Comitato San Fruttuoso - A seguito di una perizia agronometrica, il Comune aveva disposto l’abbattimento anche degli olmi restanti, riscontrati come malati e pericolanti, promettendo un successivo ripristino che però non c’è mai stato. Stiamo parlando di una delle due vie di collegamento principali con il quartiere, cioè la prosecuzione di via Cavallotti oltre il viale Lombardia".

Servono anche nuove piante

Non solo quindi il manto stradale da rifare,  chiedono i cittadini del quartiere ma anche la messa a dimora di nuove piante,  al posto di quelle eliminate, oltre all’asfaltatura e la sistemazione dello spartitraffico centrale, ormai privo di delimitazioni o cordoli, che diventa una enorme pozzanghera ogni volta che piove. Chiosa  il portavoce del Comitato San Fruttuoso, Andrea Seggioli: “Recentemente, il Comune ha rimesso a nuovo via Ticino, asfaltando la
strada, riparando i marciapiedi e sostituendo alberi che mancavano ormai da anni. Ne siamo contenti. Ma non capiamo perché lo stesso intervento non sia stato mai effettuato sulla adiacente via Po, che è davvero in condizioni ben peggiori”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie